“La mia vita è Cristo”, arriva in libreria il fondatore dei Legionari di Cristo

| 307 hits

ROMA, martedì 11 maggio 2004 (ZENIT.org).- A 83 anni Padre Marcial Maciel, fondatore della congregazione religiosa dei Legionari di Cristo e del Movimento Regnum Christi, ha accettato di essere intervistato per la prima volta.



Così è nato il libro intervista “La mia vita è Cristo”, scritto da Jesús Colina, direttore di ZENIT e pubblicato per la prima volta in Messico nell’aprile del 2003. Il volume esce ora in lingua italiana per le edizioni ART, dopo essere apparso anche nelle edizioni inglese, francese e portoghese.

Padre Marcial Maciel, di origini messicane, è il sacerdote che, nel 1941, a soli 20 anni d’età, ha fondato questa dinamica istituzione ecclesiale che oggi, conta su oltre 550 sacerdoti, 2.500 seminaristi e 65.000 membri del Movimento laicale, gestisce 22 centri universitari e 158 istituti scolastici, avvalendosi inoltre della collaborazione di 340.000 volontari, attivi in diverse iniziative di carattere sociale, in 20 nazioni tra l’Europa e le due Americhe.

Nell’introduzione al volume il cardinale Tarcisio Bertone, Arcivescovo di Genova ha scritto: “ Lo sviluppo di questa realtà ecclesiale oltrepassa le capacità e le forze di un semplice uomo. La sua presenza in 20 paesi e le molteplici iniziative pastorali nel campo dell’educazione, della famiglia, della diffusione della dottrina cattolica, nonché delle missioni popolari e dell’assistenza ai più bisognosi, manifestano la forza dello Spirito di Cristo”.

“Le risposte che Padre Maciel dà durante l’intervista sono profonde e semplici, - scrive l’Arcivescovo di Genova - hanno la freschezza di chi vive la sua missione nel mondo e nella Chiesa con lo sguardo e il cuore fissi in Cristo Gesù”.

“Non parla soltanto dell’opera che Iddio gli ha affidato, parla anche della Chiesa e del mondo d’oggi – prosegue il porporato –. Per lui essere cristiani è un’esperienza spirituale esigente e meravigliosa. Significa, infatti, conoscere Gesù Cristo, lasciarsi amare da lui, imitarlo con coerenza e predicarlo con ardore”.

“Per lui la vita dei religiosi e dei sacerdoti è una consacrazione totale, nella Chiesa, all’amore e alla missione di Cristo, consacrazione che deve essere vissuta con radicalità evangelica”.

“La sua visione della Chiesa è altresì intrisa di un amore profondo. Penso che questo suo amore operante per la Chiesa spingerà i lettori, se leggeranno l’intervista con un cuore aperto, ad oltrepassare il muro di pessimismo che ostacola oggi tanti figli della Chiesa”, ha commentato così il cardinal Bertone.

“Sono sicuro – continua il porporato - che la versione italiana di questo libro sarà ben recepita dai lettori. L’originale spagnolo e la versione inglese, curata dal Sophia Institute Press, hanno già attirato l’attenzione di migliaia di persone”.

“La chiave di questo successo è, senza dubbio, la forza di attrazione dell’amore di Cristo, che ha spinto sempre P. Maciel e la sua opera a non lasciarsi vincere dalle avversità, che non sono mancate nella loro storia”.

Caritas Christi urget nos, diceva San Paolo ai cristiani delle sue comunità. Questa carità, secondo il carisma specifico dei Legionari di Cristo e del Movimento Regnum Christi, sarà il lieto messaggio offerto a tanti figli della Chiesa, per condurli alla pienezza della vita cristiana e la perfezione della carità (LG, 40)”, ha infine concluso.