La Natività del Signore è un invito alla riconciliazione

La lettera per il Natale del patriarca Gregorio III Laham

Damasco, (Zenit.org) | 770 hits

Riportiamo in traduzione italiana il testo della lettera scritta dal patriarca dei greco-melkiti di Damasco, Gregorio III Laham, per il Natale 2012.

***

Il canto degli angeli nella notte di Natale incanta il nostro cuore e l’anima e noi lo cantiamo in tutte le nostre vicissitudini: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà”,  e anche nel mezzo della nostra sofferenza in questi tragici giorni che vivono il nostro Medio Oriente e in particolare la Siria. Questo canto è un invito costante a glorificare Dio nostro Creatore, ad operare per la pace sulla terra, per la buona volontà tra gli uomini e affinché regni in ciascuno di noi la gioia e la pace di nostro Signore.

“Egli infatti è la nostra pace - dice san Paolo - Colui che ha fatto dei due un popolo solo, abbattendo il muro di separazione che era frammezzo, cioè l’inimicizia (…) per creare in se stesso, dei due, un solo uomo nuovo, facendo la pace” (Ef 2,14-15). San Paolo riassume così il Natale e la missione di Gesù che è la riconciliazione tra Dio e gli uomini. Cristo distrugge il muro di inimicizia tra le nazioni e annuncia la pace, affidando in ciò a noi il ministero della riconciliazione.

È a questo e nient’altro che ci ha chiamati il Santo Padre Benedetto XVI in ogni momento della sua visita in Libano nel settembre scorso: “No alla vendetta! Sì al perdono! Perché solo il perdono dato e ricevuto pone le fondamenta durevoli della riconciliazione e della pace per tutti”.

E noi abbiamo tanto bisogno di questa riconciliazione, di questa pace nel nostro mondo arabo, e in primo luogo in Siria, dove è l’unica via di salvezza.

Cari amici,

noi auguriamo a tutti e a tutte voi, delle belle e sante feste della Natività del Nostro Signore e benediciamo voi, nostri amici ovunque sosteniate i nostri progetti e in particolare la nostra presenza presso gli sfollati e le persone colpite in Siria.

Siate artigiani di pace ed unitevi alla nostra preghiera costante per la riconciliazione, l’amore e la pace tra gli uomini di buona volontà.

Cristo è nato! Glorificatelo!

Buon Natale! Buon e Santo Anno 2013

+Gregorios IIII

Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente d’Alessandria e di Gerusalemme