La nuova frontiera della scrittura creativa italiana

Il 21 ottobre 2014 al via la 7° edizione del Master per la fiction dell'Università Cattolica. Tre borse di studio gratuite per le migliori penne della scrittura audiovisiva ed editoriale italiana

Roma, (Zenit.org) Redazione | 216 hits

Story editor, sceneggiatori, ma anche produttori creativi, show runner, responsabili di palinsesto, copywriter, autori di fumetti e romanzi. Queste solo alcune delle professioni che dal 2000 il Master in Scrittura e produzione per la fiction e il cinema forma, quale fertile incubatrice di eccellenze capaci di presentarsi con successo nel mondo del cinema, della tv e dell’editoria, italiano ed internazionale.

Ed è proprio il mercato internazionale la nuova frontiera alla quale punta energicamente la 7^ edizione del master di primo livello (preceduta nel 2000 e 2001 da due corsi pilota), in calendario per il prossimo 21 ottobre. Il Master, inserito nell’offerta dell’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo (Almed) della Cattolica, annuncia tra i docenti due special guest: John Truby, uno dei maggiori story consultant di Hollywood (Walt Disney Studios, Sony Pictures, Fox Entertainment Group e HBO), e William Nicholson, sceneggiatore inglese "da Oscar" (Viaggio in Inghilterra, Il Gladiatore, Les Miserables).

Due grandi nomi internazionali che si aggiungono - insieme al Presidente Anica Riccardo Tozzi - alla lunga lista di quotati professionisti del cinema e della tv che in questi anni hanno ‘calcato’ questa importante cattedra, come Roberto Amoroso, Luca Bernabei, Mussi Bollini, Alan Cohen, Giorgio Diritti, Mario Ruggeri, Carlo Taranto della Gialappa’s e Massimo Venier.

Sui banchi, invece, i futuri nomi della scrittura e della produzione che, dopo aver imboccato questo iter formativo, sempre più spesso si dimostrano vincenti sullo scacchiere non soltanto nazionale ma anche internazionale, come Francesco Arlanch, autore di molte miniserie di grande successo per RaiUno, lo sceneggiatore e produttore Marco Alessi (David di Donatello per Tahrir e coautore di Immaturi) Alessandro D’Avenia, autore di Bianca come il latte, rossa come il sangue; Giuliana Altamura, recente vincitrice del Premio Rapallo Opera Prima con il romanzo Corpi di Gloria; Carlotta Quattrocolo, Executive Editor presso Disney Publishing Worldwide a Los Angeles, solo alcuni dei più recenti casi di successo fuoriusciti dal Master. I prodotti di cinema e tv firmati da ex allievi sono ormai molte decine.

Fulcro di questo anno di intensa formazione quotidiana, la realizzazione di uno special project, una sceneggiatura o un trattamento di carattere biografico, in cui gli studenti saranno affiancati da un tutor d’eccezione, tratto dal corpo docente coordinato da Armando Fumagalli, direttore del master, docente di Semiotica all’Università Cattolica e consulente per Lux Vide.

Un percorso di formazione d’alta caratura e che fin da subito mira all’accessibilità con l’erogazione di tre borse di studio a copertura totale delle spese di frequenza, destinate a candidati che risultino idonei ad una selezione secondo fascia di reddito e curriculum vitae.