La pace e lo sviluppo nei Balcani al centro di un Master Internazionale

Tra i promotori, la Pontificia Università della Santa Croce di Roma

| 549 hits

ROMA, giovedì, 7 febbraio 2008 (ZENIT.org).- Scadrà il 20 febbraio il termine per iscriversi al Master Internazionale in Cooperazione Universitaria alla Pace e allo Sviluppo - Programma Europeo a favore della Pace nei Balcani, promosso dalla Pontificia Università della Santa Croce, dall'Università "La Sapienza" di Roma e dall'Università di Sarajevo.

L'obiettivo del Master, spiega un comunicato ricevuto da ZENIT, è quello di "fornire una profonda conoscenza teorica e pratica dei più importanti elementi relativi alla cooperazione universitaria internazionale nelle aree di crisi a favore della pace e dello sviluppo con un approccio interdisciplinare ed interistituzionale".

In particolare, ci si concentrerà sulla crisi dei Balcani e sul tema dell'integrazione europea, sul ruolo di un corretto concetto di pace e solidarietà in una visione etica solidale che coinvolge anche la politica e sul ruolo della cultura e della cooperazione universitaria nei processi di pace.

Il professor Robert Gahl, docente alla Pontificia Università della Santa Croce, coordinerà il modulo "Antropologia ed Etica della Cooperazione", che ha l'obiettivo di "offrire un solido fondamento nella filosofia classica al fine di comprendere le ragioni per la pace e favorirla nel rispetto della dignità umana".

Secondo il professor Gahl, "il dialogo deve essere aperto alla verità", e l'università, "luogo privilegiato di apertura alla verità e di scambio culturale", può contribuire a "risolvere i conflitti in anticipo".

Il Master, sostiene il professore, docente di Etica, offre la "formazione accademica per diventare esperti nella promozione della pace e lo sviluppo".

"Dato il suo carattere interdisciplinare ed interuniversitario", aggiunge, il progetto accademico "è più che formazione. È una proposta efficace per la pace".

Ulteriori informazioni sul Master verranno offerte in occasione del Seminario di Studio organizzato dall'Associazione Europea di Studi Internazionali (AESI) a Palazzo Marini (Via Poli, 19 - Roma) per il 12 febbraio alle ore 16.00.

Interverranno, tra gli altri, il Direttore Generale Migrazioni del Ministero per gli Affari Esteri, Amb. Adriano Benedetti, e il Capo Ufficio Stampa della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dott. Carlo Corazza.

Il costo del Master, comprensivo di stage a Sarajevo, viaggio, vitto e alloggio, è di 2.500 euro.

Sito web: http://www.uniroma1.it/studenti/laureati/master/scheda.php?cod=12899&fac=251.