“La Passione di Cristo” vince il premio “Emmas” come miglior film

| 914 hits

LONDRA, mercoledì, 26 maggio 2004 (ZENIT.org).- “La Passione di Cristo” il film che ha suscitato tante polemiche al punto che qualcuno ha chiesto di non farlo proiettare nelle sale cinematografiche, continua a mietere successi. Gli incassi hanno superato i 600 milioni di dollari e ha già vinto il premio “Emmas” (Ethnic Multicultural Awards).



Ha riportato la BBC (25 maggio 2004) che, nel corso di una cerimonia tenutasi a Londra il 24 maggio, il film di Mel Gibson è stato riconosciuto dagli esperti del premio “Emmas” come il miglior film.

Maia Morgenstern, che nel film interpreta Maria, ha vinto il premio come migliore attrice.

Tra gli altri vincitori del premio Emmas c’ è Greg Dyke, ex direttore generale della BBC, e l’attrice Parminder K. Nagra, interprete principale nel film “Sognando Beckham” (“Bend it like Beckham”, UK/USA/Germania, 2002)

Tom Cruise ha vinto il premio come miglior attore per il suo ruolo nel film “L’ultimo Samurai”, mentre Bruce Lee, la leggenda delle arti marziali, ha vinto il premio alla carriera, che è stato ritirato dalla figlia Shannon Lee.

Seppure in gran parte delle sale cinematografiche del mondo il film “la Passione di Cristo” non sia più in programmazione, gli incassi al botteghino segnano un nuovo record.

Secondo i dati aggiornati al 23 maggio 2004, la pellicola di Gibson ha incassato 369.336.919 di dollari negli Stati Uniti e 234.100.000 di dollari nel resto del mondo, per un totale di 603.436.919 di dollari.