La pastorale sanitaria alla luce degli insegnamenti di Giovanni Paolo II

Giovedì parte la XXVI Conferenza internazionale sulla Pastorale della sanità

| 726 hits

CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 22 novembre 2011 (ZENIT.org).- Vescovi provenienti da tutto il mondo si incontreranno a Roma, per discettare della pastorale sanitaria alla luce del magistero del Beato Giovanni Paolo II. Tra loro, c’è anche lo spagnolo Rafael Palmero, che coordinerà una tavola rotonda. È attesa anche la presenza di papa Benedetto XVI in alcuni momenti dell’evento.

I vescovi incaricati della Pastorale della Salute nei diversi paesi parteciperanno da giovedì 24 a sabato 26 novembre prossimi alla XXVI Conferenza Internazionale, promossa dal Pontificio Consiglio per la Salute.

Oltre a prendere parte all’evento, mons. Palmero, vescovo della diocesi di Orihuela-Alicante (nella Comunità autonoma Valenciana) e responsabile pastorale di questa zona della Spagna, modererà giovedì 24 novembre una tavola rotonda avente ad oggetto "Gli operatori sanitari alla scuola di Cristo Medico e della testimonianza del Beato Giovanni Paolo II".

Alla tavola rotonda parteciperanno vari esperti internazionali, tra cui il medico Kuo-Inn Tsou, preside della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica di Fu Jen di Taipei (Taiwan) e consultore del dicastero, l’infermiera messicana Maria de Jesus Vilchez, vice-presidente del Comitato Internazionale Cattolico degli Infermieri/e ed Assistenti Medico-Sociali (CICIAMS) per la Regione Panamericana, lo spagnolo José Maria Rubio, presidente dell’Associazione dei professionisti cristiani (Prosac), e la psicologa e psicoterapeuta italiana Rosa Merola, consulente del Ministero di Giustizia a Roma.

Come riferito a ZENIT, dalla diocesi di Orihuela-Alicante, mons. Palmero, che è a Roma dal 21 al 27 novembre, non avrà solamente l’incarico di presentare l’azione della Chiesa spagnola nel settore della pastorale sanitaria ma approfitterà dell’occasione per sbrigare varie incombenze in seno al dicastero.

Il vescovo di Orihuela-Alicante è infatti membro da cinque anni del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute e degli Operatori Sanitari, istituito nel 1985 dal beato Giovanni Paolo II.