"La politica italiana riconosca nel martirio dei cristiani un genocidio"

Alleanza Cattolica, nell'aderire alla giornata di preghiera per i cristiani perseguitati del prossimo 15 agosto, rivolge un appello ai politici italiani

Roma, (Zenit.org) Redazione | 413 hits

Alleanza Cattolica aderisce alla giornata di preghiera per i cristiani perseguitati indetta dalla presidenza della Conferenza Episcopale Italiana per il prossimo 15 agosto. Lo comunica una nota firmata a nome dell'associazione - che è riconosciuta come associazione privata di fedeli con personalità giuridica, e ha sedi su tutto il territorio nazionale - dal Reggente nazionale vicario, il sociologo torinese Massimo Introvigne.

“Papa Francesco - nota Alleanza Cattolica - ha dedicato ben venticinque interventi al tema dei cristiani perseguitati, più di tutti i suoi predecessori, ripetendo che i cristiani sono la minoranza religiosa più perseguitata nel mondo e che ci sono più martiri cristiani oggi che nei primi secoli della Chiesa”.

“Siamo riconoscenti ai vescovi italiani per la loro iniziativa - prosegue Alleanza Cattolica -, ma nello stesso tempo ci rivolgiamo alla politica italiana, perché si associ alla giornata nazionale del 15 agosto e riconosca che il martirio di tanti cristiani in tanti Paesi del mondo non è un problema solo per la comunità cristiana, ma un autentico genocidio che interpella tutte le persone di buona volontà e quanti hanno a cuore i diritti umani, si tratti di credenti o di non credenti”.