"La questione del gender tra natura e cultura"

Convegno interdisciplinare di studio organizzato martedì 19 novembre dall'Istituto "Mulieris dignitatem" per lo studio dell'unidualità uomo-donna

Roma, (Zenit.org) | 422 hits

La questione del genere è senza dubbio uno degli ambiti di maggiore dibattito e confronto all’interno della cultura e della società contemporanee. Al di là delle specificità dei molteplici approcci, uno dei nodi della questione riguarda il rapporto (nella costruzione dell’identità personale) tra la datità bio-narrativa, ricevuta da altri, e la libertà individuale, che da un lato orienta la datità stessa ma che dall’altro è anche plasmata da quest’ultima, in particolare proprio nella possibilità dell’esercizio delle sue funzioni. In altre parole, il presente convegno intende offrire un contributo alla discussione del rapporto tra creatività personale nell’edificazione della propria soggettività e le componenti biologiche, psicologiche, storiche e sociali che ciascuno di noi è. Sono esse solo un vincolo per la libertà, qualcosa che va a tutti i costi superato (grazie agli sviluppi tecnici, psicologici, medici, ecc.) o sono delle possibilità, dei doni da accogliere affinché la persona raggiunga la propria pienezza, in una relazione di libera accoglienza e adesione al dono che ognuno di noi è per se stesso, in quanto regalo di altri?

Il convegno, alla luce dell’antropologia cristiana e di un esercizio della riflessione teoretica e pratica illuminato dall’accoglienza della rivelazione di Colui che è l’uomo perfetto, il Signore Gesù Cristo (GS 22), intende entrare in questo dibattito facendo proprie le parole di papa Francesco nella sua enciclica Lumen fidei (34), da lui stesso ripresa nella recente lettera a Eugenio Scalfari: «Poiché la verità testimoniata dalla fede è quella dell’amore “risulta chiaro che la fede non è intransigente, ma cresce nella convivenza che rispetta l’altro. Il credente non è arrogante; al contrario, la verità lo fa umile, sapendo che, più che possederla noi, è essa che ci abbraccia e ci possiede. Lungi dall’irrigidirci, la sicurezza della fede ci mette in cammino e rende possibile la testimonianza e il dialogo con tutti”» (Papa Francesco). 

APPUNTAMENTO

Martedì 19 novembre 2013, alle ore 16,00, nell’Aula Sisto V della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” –Seraphicum, Via del Serafico, 1 – 00142 Roma

PROGRAMMA

Saluto e introduzione
Domenico Paoletti
Preside della Pontificia Facoltà
Teologica “San Bonaventura”, Roma

RELAZIONI

Sesso, genere e antro-poiesi: tra antropologia e diritto
Francesco D’Agostino
Università Tor Vergata, Roma

Amare nella differenza. Linee di una teologia del corpo
Livio Melina
Preside del Pontificio Istituto
Giovanni Paolo II, Roma

La differenza sessuale: dato costitutivo della psicologia umana. Considerazioni per una psicologia del genere ai tempi dell’identità liquida
Maria Beatrice Toro
Università Lumsa, Roma

MODERATORE

Roberto Tamanti
Pontificia Facoltà Teologica
“San Bonaventura”, Roma