La riflessione del Movimento dei Focolari sulla "Chiesa nei rapporti"

Dal 19 al 22 agosto, a Loppiano, un laboratorio di confronto tra giovani e seminaristi di tutta Europa su questioni d'attualità

Roma, (Zenit.org) Redazione | 402 hits

250 giovani sacerdoti e seminaristi di una trentina di Paesi d’Europa e oltre, a Loppiano (Provincia di Firenze) per un laboratorio di relazioni, accoglienza, pace e fraternità. Quattro giorni (dal 19 al 22 agosto) di plenarie, workshop, testimonianze, per imparare a tessere reti tra persone, gruppi e popoli. Per una Chiesa sempre più in comunione e dialogante, al servizio dell’umanità. Tra i relatori, il sociologo belga Bennie Callebaut e il teologo Alessandro Clemenzia, ambedue docenti all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano, l’On. Letizia De Torre, presidente del Centro internazionale del Movimento Politico per l’Unità, oltre ad esperti nel capo dell’economia e dei media.  

“Davanti agli scenari di guerra e persecuzione a cui assistiamo in queste ore non solo in Medio Oriente, occorre una Chiesa sempre più in comunione tra tutte le sue componenti, in rete e al servizio dell’umanità”. Ne sono convinti i promotori di NETWORKING – Chiesa nei rapporti, l’appuntamento promosso dal Movimento dei Focolari per giovani sacerdoti e diaconi, seminaristi e persone orientate al sacerdozio, che si terrà al Centro internazionale di Loppiano.

Nelle assemblee in plenaria e nei numerosi workshop si tratterà di famiglia, unioni di fatto ed educazione dei figli, pluralismo culturale e religioso, dialogo con l’Islam e le grandi religioni, di Chiesa “povera per i poveri”, ruolo della comunità parrocchiale nella società, ecc. Verranno affrontate anche questioni direttamente legate alla vita e al ruolo dei preti oggi, come formazione, affettività, missione, capacità di dialogo con la gente e la contemporaneità e molto altro.