La Santa Sede diventa osservatore del "Sistema dell'Integrazione Centroamericana"

Accolta già a dicembre la richiesta del Vaticano di partecipare al S.I.C.A. per il suo contributo allo sviluppo dei settori sociali e culturali, e dei diritti umani e della sicurezza democratica

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 724 hits

Lunedì, 21 gennaio, a San Salvador (El Salvador), nella sede della Segreteria Generale del "Sistema dell’Integrazione Centroamericana" (S.I.C.A.), è stato firmato un Accordo tra la Santa Sede e il S.I.C.A., con il quale la Santa Sede è diventata Osservatore Extra-Regionale del medesimo Sistema. Da parte della Santa Sede ha firmato S. E. Mons. Luigi Pezzuto, Nunzio Apostolico in El Salvador, e da parte del S.I.C.A., il Dott. Juan Daniel Aleman Gurdián, Segretario Generale del S.I.C.A. Alla cerimonia erano presenti numerosi Ambasciatori del Continente latinoamericano.

In precedenza, la Riunione Ordinaria dei Capi di Stato e di Governo del S.I.C.A., svoltasi a Managua (Nicaragua) nello scorso mese di dicembre, aveva accolto l’interesse della Santa Sede a partecipare al S.I.C.A come Osservatore Extra-Regionale a motivo del contributo che la medesima Santa Sede e la Chiesa Cattolica offrono allo sviluppo dei settori sociali, culturali ed educativi, nonché dei diritti umani e della sicurezza democratica.