La Santità "visibile e tangibile"

Una mostra sulle reliquie di santa Rosa nel chiostro del monastero delle Clarisse di Viterbo

| 629 hits

ROMA, venerdì, 31 agosto 2012 (ZENIT.org).- In previsione del prossimo Sinodo Ordinario dei Vescovi sulla nuova Evangelizzazione e dell'Anno della Fede indetto da papa Benedetto XVI, il monastero delle Clarisse di Santa Rosa di Viterbo, in collaborazione con il Centro Studi Santa Rosa da Viterbo Onlus e il Centro Diocesano di Documentazione e con il sostegno e il placet del Vescovo della città, Sua Eccellenza Mons. Lino Fumagalli, organizza dal 1° al 9 settembre una mostra sulle reliquie di santa Rosa − Dalla Reliquia alle reliquie. La Santità di Rosa visibile e tangibile − che si terrà  nel chiostro del monastero di Santa Rosa a Viterbo.

Lo scopo precipuo della mostra è quello di evidenziare la grande devozione popolare per santa Rosa attraverso le reliquie, espressione per un verso del desiderio di concretezza della religiosità popolare e per l’altro di ciò che Hans Urs von Balthasar indicava come un aspetto caratterizzante il cristianesimo, ossia "il tutto nel frammento".

In particolare con tale evento si intende informare correttamente i fedeli su cosa sono le reliquie, sulla loro importanza e sul loro profondo significato per fugare ogni pratica pagana e superstiziosa  connessa al loro culto. A tal fine nei giorni 1, 2 e 3 settembre alle ore 11:15 nella chiesa di Santa Rosa verranno fatti degli approfondimenti sul tema oggetto della mostra con professori di chiara fama internazionale.

Aprirà il ciclo di conferenze la prof.ssa Giovanna Casagrande, docente di Storia medievale presso l’Università di Perugia, con una relazione sul culto delle reliquie nel Medioevo durante la quale delineerà l’evoluzione di tale pratica dalle sue origini risalenti ai primi secoli del Cristianesimo fino all’epoca bassomedievale ; il giorno seguente, la prof.ssa Alessandra Bartolomei Romagnoli della Pontificia Università Gregoriana si soffermerà sulla storia e il significato della devozione del Cuore; infine il prof. Luciano Osbat, direttore scientifico del Centro Diocesano di Documentazione, parlerà delculto delle reliquie in epoca moderna, evidenziandone il profondo cambiamento che si ebbe dopo il Concilio di Trento.

* Per informazioni:

Centro Studi Santa Rosa da Viterbo Onlus
centrostudisantarosa@gmail.com