La veglia di Pentecoste del settore Centro nella basilica dei Santi XII Apostoli

Presieduta dal vescovo Zuppi, la Messa vedrà la partecipazione dell'archimandrita Nin Manel, dell'archimandrita di San Teodoro Simeon Katsinas e di alcuni movimenti ecclesiali

Roma, (Zenit.org) | 294 hits

Si terrà sabato 7 giugno, alle 20.30, nella basilica parrocchiale dei Santi XII Apostoli (piazza dei Santi Apostoli, 51), la veglia di Pentecoste del settore Centro incentrata sul tema “Erano pieni di gioia e di Spirito Santo”, con riferimento al capitolo 13 degli Atti degli Apostoli. A presiederla il vescovo ausiliare Matteo Zuppi.

All’incontro si pregherà anche per la pace in Ucraina, in Siria e in tutto il mondo. Vi prenderanno parte l’archimandrita Nin Manel, rettore del Pontificio Collegio Greco Cattolico, che canterà il Vangelo in greco, l’archimandrita di San Teodoro Simeon Katsinas, ilparroco dei Santi Sergio e Bacco degli ucraini, don Ivan Kulik, i parroci prefetti del settore Centro e i membri di alcuni movimenti ecclesiali di Roma (Cammino Neocatecumenale, Rinnovamento nello Spirito Santo, Comunione e Liberazione e Comunità di Sant’Egidio)

"Sarà un momento di comunione e di gioia - spiega il vescovo Zuppi - tra tutte le diverse comunità, parrocchiali e non, rettorie e famiglie religiose, che vivono nel centro storico della nostra città. Vorrei che tutti, anche se questo può causare qualche spostamento di orario, ci incontrassimo per questo momento di ascolto docile dello Spirito, che solo può trasformare ciò che è vecchio, perché le nostre chiese e comunità siano luoghi dove tanti possano incontrare la presenza del Signore". 

"La comunione tra noi - conclude il presule - ci aiuta a rendere il centro della nostra città come un cenacolo, dove in maniera rinnovata i tanti che cercano l’acqua viva della sua misericordia e della sua tenerezza possano vivere la gioia del Vangelo".

L’animazione liturgica sarà affidata alla Cappella Costantiniana della basilica dei Santi XII Apostoli diretta dal maestro padre Gennaro Becchimanzi.