La Via dei Concerti a Castel Gandolfo e a Roma

Le Sinfoniche: un mezzo per far crescere i giovani lontani dalla droga e dalla violenza

| 748 hits

ROMA, venerdì, 31 agosto 2012 (ZENIT.org) -  L’orchestra sinfonica La Via dei Concerti ha concluso ieri la sua presentazione a Roma, dopo aver suonato anche a Castel Gandolfo a seguito dell’Udienza Generale di Benedetto XVI.

La Via dei Concerti è un progetto che vuole aiutare i giovani, facendoli suonare nelle orchestre per farli crescere culturalmente ma anche tenerli lontani dalla droga e dalla violenza.

“Senza ombra di dubbio questi giovani colombiani che oggi suonano a Castel Gandolfo sono persone che lavorano e studiano e riflettono la maggioranza dei giovani del mio Paese”, ha detto l’ambasciatore di Colombia presso la Santa Sede, Cesar Maurizi Velazquez, presente all’esibizione di Castel Gandolfo.

“I giovani che si interessano alla musica sono motivati a essere contro le droghe e la violenza”, ha detto l’ambasciatore, concludendo che “loro, suonando qui a Castel Gandolfo, vogliono invitare a Benedetto XVI a visitare il nostro Paese”.

La Via dei Concerti è un festival musicale giovanile itinerante e multiculturale che ogni anno riunisce giovani musicisti di diverse parti del mondo, provenienti da diverse realtà socioculturali.

Questa seconda edizione è integrata da musicisti della Sinfonica Juvenil del Valle del Cauca e del Conservatorio Bonporti della città di Trento, assieme a giovani di accademie musicali della Spagna, Turchia e Ungeria.

La sinfonica è composta da 115 integranti tra i 9 e i 22 anni e il suo ideatore è il direttore dell’orchestra del Conservatorio di Trento, Julian Lombana, colombiano naturalizzato in Italia, che si è alternato nella direzione della sinfonica, con il direttore colombiano Sergio Bernal.

Il 30 agosto l’orchestra di Via dei Conderti ha fatto la sua ultima presentazione a Roma, nel cortile del convento dei frati minori cappuccini in Via Veneto, con la presenza del corpo diplomatico dei Paesi dell’America Latina presso la Santa Sede e numeroso pubblico.

“Questi giovani hanno scelto la musica come un cammino di dialogo e reciproca conoscenza”, ha spiegato l’ambasciatore Velasquez. E ha annunciato che “con questo evento inizia una attività pastorale con la comunità colombiana residente a Roma, grazie alla disponibilità dei frati cappuccini. Per questo ringrazio il provinciale padre Antonio De Filippis, il superiore Armando Ambrosi e il sacerdote Reinaldo Cordovani, nella speranza che la chiesa dell’Immacolata Concezione sia per noi un punto di riferimento spirituale”.

“Questo – ha aggiunto l’ambasciatore - è anche l’occasione per congedarmi poiché è l’ultimo evento che promuovo come ambasciatore di Colombia presso la Santa Sede”.

“In questi anni - ha concluso il diplomatico - ho potuto toccare con la mano l’universalità e bellezza della Chiesa in tutte le sue forme. Ma anche approfondire e diffondere l’insegnamento del magistero di Benedetto XVI, fonte di crescita personale”.

Matedì 28, dopo il concerto a Piazza San Silvestro, l’ambasciatore di Colombia presso il Quirinale, Juan Manuel Prieto, ha affermato che la Via dei Concerti con le sue presentazioni in Italia ed Europa “è veramente un’opportunità meravigliosa per i giovani colombiani”.

“Uno dei motivi - ha aggiunto Prieto - per i quali sono state allestite queste orchestre è il pensiero che un ragazzo che abbia ricevuto uno strumento musicale tra le mani, difficilmente un domani impiegherà un arma. E questo è quanto vogliamo per i giovani della Colombia”.

Il direttore dell’orchestra ed ideatore del progetto, Julián Lombardi ha detto: “Questa è la realizzazione di un sogno e per molti ragazzi significa la possibilità di entrare in contatto con una grande cultura, quella italiana, culla della cultura occidentale”.

Fra le principali tappe italiane, i Portici di Palazzo gotico a Piazza Cavalli di Piacenza (10 agosto), Piazza Duomo a Cremona (11 agosto), l’Auditorium Santa Chiara di Trento (18 agosto), il Piazzale di San Zeno a Verona (19 agosto) e, a Firenze, l’Arengario di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria (23 agosto); per poi proseguire con il “Vulcano buono” di Renzo Piano a Nola (26 agosto), Piazza San Silvestro a Roma (28 agosto) e con il Piazzale delle Armi del Castello Sforzesco a Milano (31 agosto), concludendosi con la trasferta francese e spagnola: a Metz, al Teatro Arsenal (2 settembre) e nella Sala Roja dei “Teatros del Canal” a Madrid (4 settembre).

*****************************************************************************

Il video del concerto è visibile al seguente link:

http://www.latinosenitalia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=381:oraquesta-juvenil-de-colombia-en-castel-gandolfo-y-via-veneto&catid=1:ultime&Itemid=65