"La vita dei cristiani e il potere civile"

Presentazione del Simposo intercristiano che si terrà a Milano, dal 28 al 30 agosto, in occasione dell'Anno Costantiniano

Milano, (Zenit.org) | 340 hits

I Simposi Intercristiani sono convegni teologico-spirituali promossi da due realtà accademiche: l’Istituto Francescano di Spiritualità della Pontificia Università Antonianum di Roma [1], e il Dipartimento di teologia della Facoltà teologica ortodossa della Università Aristoteles di Salonicco.

Sono un’iniziativa di confronto teologico e culturale tra cattolici e ortodossi, che si inserisce nel panorama delle iniziative ecumeniche, una delle prime a livello di istituzioni accademiche. Vale la pena di ricordare tra gli iniziatori mons. Ioannis Spiteris, l’attuale arcivescovo di Corfù.

Lo scopo fondamentale di questi incontri, maturato in 20 anni di esperienza, è individuabile nella bellezza del conoscersi vicendevolmente, nel coltivare relazioni fraterne di amicizia e di cordialità affinché, con il crescere della conoscenza delle proprie rispettive tradizioni, possa aumentare la stima vicendevole. In quanto realtà accademiche, nostro scopo non è quello di raggiungere accordi su punti controversi, ma di aumentare la conoscenza delle nostre tradizioni e coltivare l’amicizia sincera tra noi, nella convinzione che tutto ciò non può che essere già in se stesso un contributo alla causa dell’unità tra i cristiani.

In questi anni sono cresciuti, verso i nostri simposi, l’attenzione, la collaborazione e il sostegno da parte del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, in particolare nella persona di Mons. Eleuterio Fortino, di venerata memoria, cui siamo particolarmente grati.

Ricordiamo infine con riconoscenza il fatto che, dal 1997, ha accompagnato e sostenuto la celebrazione dei nostri convegni un messaggio autografo di saluto e di benedizione da parte del Santo Padre, il beato Giovanni Paolo II prima e Benedetto XVI nelle ultime edizioni. Lo stesso ha fatto anche, in numerose occasioni, il Patriarca di Costantinopoli, Bartolomeo I.

I convegni si tengono ogni due anni, una volta in Grecia e una in Italia. Il prossimo Simposio, il XIII, è in programma a Milano dal 28 al 30 agosto del 2013, in occasione del centenario del cosiddetto «editto di Milano»; la tematica sarà quella del rapporto tra l’autorità civile e la vita dei cristiani e il titolo sarà: La vita dei cristiani e il potere civile. Questioni storiche e prospettive attuali in Oriente e Occidente

Il Simposio intende considerare i fondamenti e i caratteri della percezione che lungo i secoli il mondo cristiano ha avuto dell’autorità civile, presentatasi alle origini nella forma paradigmatica dell’Impero romano. Sebbene la tolleranza ai cristiani nell’Impero sia stata accordata da Galerio nel 311, Costantino costituisce lo snodo decisivo per la successiva definizione delle modalità di presenza delle istituzioni ecclesiastiche nella società. Alla luce dei dettati neotestamentari, della riflessione filosofica coeva e della concreta esperienza avviatasi con Costantino, è derivato nel mondo cristiano uno specifico modo di guardare alla società, e all’autorità che la presiede, variamente sviluppatosi lungo la storia nei diversi contesti.

Le relazioni che verranno proposte mirano a ripercorrere l’evolvere degli atteggiamenti spirituali generatisi al riguardo in Oriente e in Occidente. Come noto, si tratta di atteggiamenti che già nell’alto medioevo hanno conosciuto significative diversificazioni. Da tali diversificazioni sono conseguite vicende storiche solo apparentemente tra loro eterogenee, ma in realtà radicate in fondamenti comuni e mosse da istanze di spiritualità complementari, quando non affini, al cui fondo sta un analogo desiderio di rendere testimonianza all’Evangelo.

Attraverso la persona del prof. Cesare Alzati, da lungo tempo coinvolto nei Simposi intercristiani promossi dal nostro Istituto, è stato avviato un canale di collaborazione con l’Università Cattolica del S. Cuore, che sarà la sede del simposio.

*

NOTE

[1] L’Istituto Francescano di Spiritualità è un centro universitario internazionale per lo studio e la ricerca della spiritualità, del francescanesimo e per la formazione dei formatori. Nato dalla collaborazione tra i Frati Minori e i Frati Minori Cappuccini, da 40 anni contribuisce alla formazione di studenti (in maggioranza religiosi e religiose) provenienti da tutto il mondo. Offre la possibilità di ottenere la licenza in teologia con specializzazione in spiritualità, il dottorato di ricerca in teologia, il master in formazione, il diploma in spiritualità. L’attuale Preside è p. Paolo Martinelli OFM Cap.