Lazio e Roma in udienza dal Papa prima della finale-derby

Papa Francesco tenterà l'impresa di lanciare un segnale di distensione alle tifoserie

Roma, (Zenit.org) Daniele Trenca | 417 hits

Mancano meno di venti giorni alla finale-derby di Coppa Italia, che vedrà di fronte Roma e Lazio per un titolo che vale una stagione e l’accesso diretto alla competizione europea per il prossimo anno.

Il clima della Stracittadina è rovente, e seppur il match sia stato anticipato alle ore 18, la gara è considerata da “bollino rosso” per l’ordine pubblico. Per questo motivo le due squadre romane chiedono consiglio al Vescovo della loro città.

Qualche giorno fa è stata inoltrata la richiesta per avere un’udienza con il Vicario di Cristo, in vista della finale di coppa nazionale. Il motivo è prima di tutto quello di salutare il nuovo Pontefice, ma in fondo si spera che Papa Francesco possa tentare di stemperare gli animi, proprio come spesso faceva il Santo di Assisi di cui porta il nome.

A seguito degli ultimi scontri, avutisi poco prima dell’ultimo derby di campionato, le delegazioni delle due squadre hanno deciso di giocare questa carta. Roma e Lazio dovrebbero essere ricevute in Vaticano il mercoledì 22 maggio, a quattro giorni della Stracittadina. L’udienza vedrà però una partecipazione ridotta di calciatori, probabilmente saranno presenti i due presidenti (Pallotta e Lotito), i due allenatori (Andreazzoli e Petkovic) e i due capitani (Totti e Ledesma).

L’udienza con Papa Francesco rappresenta solo una tappa di un programma strategico che vedrà le due squadre essere protagoniste anche in altri momenti: sia coinvolgendo i giocatori in spot congiunti, che in iniziative benefiche come «La Partita del Cuore». In allestimento anche un «terzo tempo» per la squadra vincente, che consentirà così alle due tifoserie di uscire in momenti diversi. La speranza è che Roma e Lazio possano dare un segnale vero sia in campo che fuori, diventando magari un esempio da imitare, non dimenticando mai che una finale (come ogni partita di calcio) è prima di tutto sport e divertimento.