Le Confraternite d'Italia: "Assicuriamo al Papa la nostra povera ma sincera preghiera"

La Confederazione porge a Francesco "i più calorosi e sinceri auguri di buon compleanno e di feconda prosecuzione del Suo alto servizio a Dio e all'umanità"

Roma, (Zenit.org) Redazione | 258 hits

Anche la Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia desiderano porgere a Papa Francesco "i più calorosi e sinceri auguri di buon compleanno e di feconda prosecuzione del Suo alto servizio a Dio e all’umanità”. Nel messaggio per il 77° genetliaco del Pontefice, inviato da mons. Mauro Parmeggiani, vescovo assistente ecclesiastico nazionale, e Francesco Antonetti, presidente della Confederazione, le Confraternite italiane scrivono: "Quello del Santo Padre è un servizio al quale guardano con gioia e fiducia tutte le nostre realtà confraternali composte da oltre un milione di sodali impegnati quotidianamente nel pio esercizio di portare carità e solidarietà ai più poveri e indifesi, testimoniando in questo modo vicinanza e partecipazione alle Sue quotidiane esortazioni di ‘non stare alla finestra’ ma di vivere la fede e portare l‘amore di Cristo fino agli ultimi dei nostri fratelli”. La Confederazione ricorda poi "con gratitudine" il bel incontro con il Papa del 5 maggio scorso in occasione dell’udienza alle Confraternite nell’Anno della fede e concludono rinnovando "ogni buon augurio" ed assicurando la propria "povera ma sincera preghiera".