Le ordinazioni sacerdotali della Fraternità San Pio X sono illegittime

Chiarimento di padre Federico Lombardi

| 1595 hits

CITTA' DEL VATICANO, martedì, 5 luglio 2011 (ZENIT.org).- Le quattro ordinazioni sacerdotali realizzate lo scorso fine settimana nella località tedesca di Zaitzkofen da parte di uno dei Vescovi della Fraternità San Pio X, separata dalla comunione con Roma, sono illegittime, ha spiegato questo martedì il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi.

Il direttore della Sala Stampa vaticana ha risposto alle domande di vari giornalisti su queste ordinazioni, compiute dal Vescovo Bernard Tissier di Mallerais, uno dei quattro presuli della Fraternità San Pio X.

Di fronte alla situazione, ha affermato padre Lombardi, non resta che ribadire quanto già dichiarato in situazioni analoghe del passato, cioè rinviare a ciò che ha scritto il Santo Padre nella sua Lettera ai Vescovi della Chiesa cattolica del 10 marzo 2009.

“Finché la Fraternità (San Pio X) non ha una posizione canonica nella Chiesa anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa”, ha sottolineato padre Lombardi.

“Finché le questioni concernenti la dottrina non sono chiarite, la Fraternità non ha alcuno stato canonico nella Chiesa”, e i suoi ministri “non esercitano in modo legittimo alcun ministero nella Chiesa”, ha aggiunto.

Le ordinazioni sacerdotali sono dunque “illegittime”, ha concluso. Fino a questo momento, la Fraternità San Pio X ha realizzato quest'anno 20 ordinazioni sacerdotali.