Le reliquie di Don Bosco visiteranno 130 Paesi

Attualmente percorrono il Centroamerica

| 1867 hits

TEGUCIGALPA/CITTA' DEL MESSICO, martedì, 27 luglio 2010 (ZENIT.org).- Dal giugno scorso, un'urna di vetro contenente una statua di San Giovanni Bosco a grandezza naturale e alcune ossa della sua mano destra e dell'avambraccio sta peregrinando per 130 Paesi in cui si trova la Comunità Salesiana, fondata da Don Bosco nel 1854. Il pellegrinaggio si inserisce nel contesto del bicentenario della nascita del santo (1815-2015).

Secondo il sacerdote salesiano Tadeusz Rozmus, la mano destra del santo è molto significativa perché con essa “benediceva, scriveva le costituzioni, le lettere cattoliche, assolveva i peccati”. Il corpo di Don Bosco si trova nella Basilica di Santa Maria Ausiliatrica a Torino.

Le reliquie sono ora in Centroamerica. Questo lunedì sono state in Honduras, provenendo dal Nicaragua. Mercoledì verranno trasferite in El Salvador.

I fedeli che pregheranno davanti alle reliquie di San Giovanni Bosco potranno ottenere l'indulgenza plenaria seguendo i requisiti per ottenere questa grazia concessa dalla Chiesa (preghiera per il Papa: Credo, Ave Maria, Padre Nostro e Gloria), Comunione e confessione sette giorni prima o sette giorni dopo.

Dal 4 agosto all'11 settembre, quando partiranno verso gli Stati Uniti, le reliquie percorreranno tutta la geografia religiosa del Messico in un incontro senza precedenti tra il fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice e i fedeli messicani.

Le reliquie sono state benedette il 25 aprile nella Basilica di Santa Maria Ausiliatrice di Torino dal Superiore Generale dei Salesiani di Don Bosco nel mondo, il sacerdote messicano Pascual Chávez Villanueva.

Per ulteriori informazioni, www.salesianos.org.mx