Le reliquie di Santa Teresina di Lisieux a Gerusalemme

2.000 persone festeggiano il loro arrivo nella Città Santa

| 1262 hits

GERUSALEMME, venerdì, 18 marzo 2011 (ZENIT.org).- Una moltitudine in festa ha accolto questo mercoledì l'arrivo solenne, per la prima volta nella storia, delle reliquie di Santa Teresina di Lisieux nella Città Santa di Gerusalemme.



La visita in Terra Santa è diventata un grande evento per le comunità cristiane, che la attendevano dal 1977.

Secondo quanto ha sottolineato la Custodia di Terra Santa, il reliquiario con i resti della Santa è stato accolto con grande calore e affetto dai cristiani locali. Non è un caso, ricordano gli organizzatori, che la stessa Santa abbia paragonato il suo ingresso nel Carmelo con quello di Cristo a Gerusalemme.

Una processione animata dagli scout ha ricevuto la Santa alla porta di Jaffa, che dà accesso al Quartiere Cristiano della Città Vecchia, e l'ha accompagnata alla Chiesa patriarcale, dove il reliquiario è stato esposto per tutto il giorno alla venerazione dei fedeli.

“La più grande Santa dei tempi moderni ci viene oggi incontro”, ha affermato il Patriarca di Gerusalemme, monsignor Fouad Twal, al termine della processione e della recita dei Vespri nella Chiesa patriarcale.

“Invochiamo la Grazia per l'unità di noi Cristiani e anche per l'unità con i nostri fratelli ebrei e musulmani... e chiediamo la grazia per l'attuazione delle disposizioni del recente Sinodo”, ha aggiunto.

Visita di due mesi


Santa Teresina di Lisieux resterà in Terra Santa per due mesi. Le sue reliquie sono arrivate lunedì in aereo. Una delegazione guidata dal Nunzio Apostolico, monsignor Antonio Franco, e dai rappresentanti dell'Associazione dei Carmelitani di Terra Santa le ha accolte con emozione all'aeroporto Ben Gurion.

“E' una grande grazia per la Chiesa locale... Ella viene a parlarci... la Chiesa desidera essere attenta al suo messaggio, al suo amore per Cristo e al suo totale abbandono al Padre... Al di sopra di tutto, Teresa parlerà alle anime di coloro che apriranno il cuore”, ha affermato monsignor Franco durante il benvenuto.

La permanenza durerà fino al 31 maggio prossimo. Il reliquiario si trova questa settimana a Haifa,  e nella prossima visiterà, tra gli altri luoghi, Nazareth e Tiberiade. Il 4 aprile sarà alla Domus Galilaeae, e la Domenica delle Palme con i Carmelitani di Nazareth.

Per la Settimana Santa, il reliquiario si recherà a Gerusalemme e Betlemme, con le monache carmelitane delle due città. Quasi al termine del suo percorso, sarà portato a Ramallah, Gerico e Gaza.

Per ulteriori informazioni, http://www.thereseholyland.org/