Le sei strutture dell'essere cristiano

Al via, alla Lateranense, un seminario sulla cristologia di Joseph Ratzinger

| 1496 hits

ROMA, martedì, 21 febbraio 2012 (ZENIT.org) - La leadership, il sacerdozio delle donne, il celibato, l’omosessualità e la teologia della liberazione. Saranno queste alcune delle questioni al centro della riflessione del seminario In dialogo con le sei “strutture dell’essere cristiano” di Joseph Ratzinger che prenderà il via domani, 22 febbraio, alle 17.30, presso la Pontificia Università Lateranense.

Organizzato dalla Cattedra del Popolo di Dio dell’Ateneo lateranense, l’iniziativa è strutturata in undici incontri che proveranno ad approfondire, attraverso la cristologia di Joseph Ratzinger, le questioni urgenti che caratterizzano la pastorale attuale.

Nel suo libro Introduzione al Cristianesimo, apparso per la prima volta nel 1968, Joseph Ratzinger segue, sequenzialmente, le tre parti del Credo. Al centro del libro, nella parte in cui parla della Cristologia, egli inserisce un excursus dal titolo Le strutture dell’essere cristiano. Al di là delle tradizionali controversie risultanti dalle varie confessioni, in sei punti Ratzinger risponde alla domanda: “Che cosa significa propriamente ‘essere cristiani’”?

Questo seminario si propone di mettere in contatto le risposte fondamentali formulate dall'attuale Papa, con le domande attuali nella Chiesa e con i temi provocanti della pastorale di oggi.

Tra i relatori va segnalato il prof. Achim Buckenmaier, docente di Dogmatica e direttore della Cattedra per la Teologia del Popolo di Dio presso la Pontificia Università Lateranense, oltre che Consultore del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.

Il corso vedrà, inoltre, la collaborazione di Ludwig Weimer, docente di Dogmatica e vice-direttore della Cattedra, che conseguì l’abilitazione alla libera docenza in teologia dogmatica dall’allora Professore Joseph Ratzinger a Ratisbona (1981).

Entrambi sono Membri della Comunità dei sacerdoti in servizio a Comunità Cattoliche d’Integrazione.

Proferirà domani i saluti il Rettore Magnifico della Lateranense, il vescovo Enrico dal Covolo.