Le sfide di Papa Francesco ai consacrati

Lunedì 19 maggio, un incontro-dibattito presso l'Auditorium dei Missionari della Consolata, con il cardinale João Braz de Aviz

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 412 hits

Si terrà il prossimo lunedì 19 maggio, alle 16, presso l'Auditorium dei Missionari della Consolata (viale delle Mura Aurelie, 11-13), un incontro-dibattito sulla vita della Chiesa e dei consacrati, nel clima di novità erinnovamento introdotti dal pontificato di Bergoglio. Un pontificato che non cessa di sorprendere e al quale guardano con interesse e attenzione credenti e non credenti.Ospite d’eccezione sarà il cardinale João Braz de Aviz, prefetto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica.

Si torna quindi a parlare di Chiesa e di vita consacrata: una Chiesa che, pur fedele alla tradizione, si rinnova per rispondere alle domande del nostro tempo. È la Chiesa secondo Papa Bergoglio che chiama in causa tutta la comunità dei credenti. In questo ambito quale impegno è richiesto ai consacrati?

Il card. Braz de Aviz cercherà di rispondere al quesito dialogando con don Flavio Peloso, fdp, superiore generale degli Orionini, moderati da Michele Zanzucchi, direttore della rivista Città Nuova. L’evento è promosso dalla rivista “Unità e Carismi” e dal Gruppo editoriale Città Nuova in occasione dell’uscita del libro dello stesso porporato e di Michele Zanzucchi dal titolo "Dalle periferie del mondo al Vaticano: la mia storia verso la Chiesa di domani", una biografia del cardinale Braz de Aviz. 

Nel volume, il porporato brasiliano ripercorre e commenta il percorso della sua vita: dall'infanzia trascorsa in campagna in una famiglia numerosa, la scoperta della vocazione, il seminario e gli studi presso la Pontificia Università Gregoriana, fino alla nomina vescovile e quella successiva di Prefetto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica. Un ritratto inedito che mette in luce la dimensione umana e radicalmente evangelica di un uomo di Curia nutrita dal carisma di Chiara Lubich.