Le tradizioni popolari delle Fiandre

Sabato 2 marzo una conferenza a Roma in occasione della mostra "Brueghel. Meraviglie dell'arte fiamminga"

Roma, (Zenit.org) | 619 hits

In occasione della mostra Brueghel. Meraviglie dell'arte fiamminga, fino al 2 giugno al Chiostro del Bramante, ultimo appuntamento con il curatore Sergio Gaddi per scoprire i segreti e gli aspetti più interessanti della storia della celeberrima stirpe di artisti fiamminghi, attiva tra il XVI e il XVII secolo, e ripercorrerne le vicende familiari e pittoriche, lungo un orizzonte temporale di oltre 150 anni.

La conferenza, di sabato 2 marzo 2013, concerne le tradizioni popolari delle Fiandre. Lo sguardo indulgente, spesso partecipe, nei confronti di una quotidianità con risvolti goffi e disarmanti - e proprio perciò intensamente umani - è un tratto fondamentale delle opere dei Brueghel, le cui raffigurazioni di paesaggi animati da popolani e da scene di vita agreste, trasformano spesso le classi più umili, vittime delle loro pulsioni e libere di esprimere la cruda realtà del mondo, in metafore dell'intera esistenza umana.

Le conferenze sono organizzate da Arthemisia Group con DART Chiostro del Bramante e con il supporto di Roma Capitale e Zètema Progetto Cultura.

"Le tradizioni popolari delle Fiandre: balli, feste e matrimoni" a cura di Sergio Gaddi
Sabato 2 marzo, alle ORE 11.30
Roma, Chiostro del Bramante

INGRESSO GRATUITO CON PRESENTAZIONE DEL BIGLIETTO DI MOSTRA (FINO A ESAURIMENTO POSTI)