"Lectio Divina" on-line, "il GPS spirituale"

Presentato un progetto di meditazione della Sacra Scrittura per giovani su Internet

| 3269 hits

Di Miriam Díez i Bosch

ROMA, martedì, 11 dicembre 2007 (ZENIT.org).- Il Cardinale Oscar Rodríguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa (Honduras), definisce la Lectio Divina, ossia la lettura meditata della Sacra Scrittura, "il GPS spirituale".

Lo ha affermato in una conversazione con ZENIT Ricardo Grozna, il promotore di www.lectionautas.com, un metodo di lettura biblica attraverso Internet che sta raccogliendo molti consensi in America Latina e in altre zone, visto che ha già raggiunto i 50.000 utenti. 

"Definire la Lectio Divina un GPS [Global Position System o Sistema di Posizionamento Globale, ndr.] è vedere in essa un localizzatore via satellite che ci dice in che posizione ci troviamo, come la bussola, che ci indica la via da seguire", ha spiegato Grozna.

"Di fatto, se il Cardinal Maradiaga si è riferito alla Lectio Divina come a un ‘GPS', il Papa ha definito la Bibbia una 'bussola per la vita'", sottolinea. 

"Lectionautas" è nato come un programma per avvicinare i giovani alla Lectio Divina attraverso Internet. Ricardo Grozna, consulente cattolico delle Società Bibliche Unite, afferma che l'obiettivo dell'iniziativa, presentata a Roma a vari membri della Curia, consiste nel "permettere ai giovani leader cattolici di insegnare ad altri giovani a leggere la Bibbia con il metodo dell'orazione contemplativa tradizionale, la Lectio Divina".

Il laico consacrato, argentino residente a Miami, ha spiegato a ZENIT nella sede della Società Biblica in Italia che la Sacra Scrittura "è un libro che legge la mia vita, e la Bibbia finisce per essere come uno specchio che mi aiuta, che mi insegna a cercare un cammino".

Grozna, che è anche presidente della Fondazione Ramon Pane, sottolinea che "per anni Papa Giovanni Paolo II prima e Benedetto XVI poi hanno insistito molto sul fatto che la Lectio Divina, che era un metodo di orazione monacale, dei monaci, potesse giungere a tutti i cristiani". 

Il programma della Lectio Divina su Internet consiste nell'offrire i testi e l'audio in MP3 agli utenti, soprattutto giovani che scaricano l'audio sul proprio cellulare.

"La Chiesa in questo momento sta assumendo tutti i programmi di lettura biblica come prioritari - ha detto Grozna -, soprattutto nella nostra esperienza in America Latina". 

"I cattolici hanno impiegato un po' di tempo a riscoprire la Bibbia, ma questa è stata sempre presente nella Chiesa. Non possiamo negare che, ad esempio, quando si celebra un sacramento si legge sempre la Bibbia", ha affermato, aggiungendo: "Non sono io che leggo la Bibbia, è la Bibbia che mi legge".

"Attraverso questo servizio di Lectionautas, riceviamo centinaia di e-mail di giovani che ci dicono che la loro vita sta cambiando seguendo la lettura orante".


Anche il metodo è ecumenico: "la Lectio Divina è stata un passo avanti nel dialogo con gli altri fratelli cristiani", spiega il promotore, che viaggia costantemente spiegando a Conferenze Episcopali, diocesi e parrocchie questa iniziativa su Internet.

Il programma serve anche come apostolato sociale: "In un Paese, i giovani delle parrocchie stanno utilizzando il metodo della Lectio Divina per arrivare ai giovani emarginati: quelli che vivono in quartieri molto poveri, quelli che sono vittime della droga, della violenza, delle bande, ecc.", ha detto Grozna. 

L'ingegnere Hugo Flores, che gestisce la Lectio Divina per i giovani, è stato a Roma per presentare il programma e ha rivelato a ZENIT che gli oltre 50.000 "lectionauti" si trovano soprattutto in America Latina, Filippine, Olanda, Italia, Spagna, Francia e Taiwan.

Cosa pensano i teologi e i biblisti di questa iniziativa? "Il meglio", ha risposto Flores: "hanno preso la Lectio Divina come uno spunto per aiutarli a poter evangelizzare e portare la Parola del Signore ad altri gruppi. Cardinali, Vescovi, sacerdoti... sono affascinati da questa novità, da questa nuova forma di evangelizzazione attraverso Internet".

Il successo di questo programma di Lectio Divina on-line risiede nel fatto di aver unito concetti caratteristici del mondo attuale, rivela Flores: "globalizzazione, nuove tecnologie e la Parola del Signore".

  

[Traduzione di Roberta Sciamplicotti]