Legame sacro, vincolo indissolubile

Il matrimonio basato su un amore esclusivo e definitivo diventa l'icona del rapporto di Dio con il suo popolo e viceversa

Roma, (Zenit.org) Juan Josè Perez Soba | 268 hits

La difesa del vincolo sino all'indissolubilità è quindi il modo in cui Dio offre la sua misericordia sul matrimonio. "Il loro vincolo di amore diventa l'immagine e il simbolo dell'Alleanza che unisce Dio e il suo popolo" (FC 12). Questo unisce in modo estremamente diretto il legame indissolubile del matrimonio con l'amore degli sposi nell'ambito di una evidente "primarietà" della grazia (per usare il neologismo coniato da Papa Francesco) e come modo di guidare la loro libertà.

Rimane inteso però, che mantenere una nuova unione in contrasto col "legame sacro" del matrimonio, per un cristiano che voglia vivere della sua fede, è un atto di grave ingiustizia contro il vincolo divino che permane. In questa fattispecie quindi, non c'è possibilità di applicare una presunta misericordia che sarebbe ingiusta e, proprio per questo, falsa.

Questo aspetto è molto importante, tanto che lo stesso Giovanni Paolo II lo menziona nelle sue Catechesi sull'amore umano, riferendosi alla "redenzione del cuore" per indicare la presenza della grazia nel matrimonio che rende capaci di vivere le sue esigenze. Analogamente, Benedetto XVI ribadisce che "All'immagine del Dio monoteistico corrisponde il matrimonio monogamico.

Il matrimonio basato su un amore esclusivo e definitivo diventa l'icona del rapporto di Dio con il suo popolo e viceversa: il modo di amare di Dio diventa la misura dell'amore umano" (DCE 11).
La definitività dell'Alleanza matrimoniale al di sopra della debolezza umana non è un "giogo" dal peso insopportabile, ma è il "dolce giogo" che ci unisce a Cristo poiché Egli lo porta con noi. E' l'espressione vera e propria della Nuova alleanza ed è ciò che, mediante la grazia, supera la "durezza del cuore" che permetteva il divorzio, come dice Gesù Cristo. [...] Il ragionamento precedente non è qualcosa di strano, perché proviene dagli ultimi due pontefici che hanno dato ampio spazio alla considerazione della misericordia divina nella nuova evangelizzazione: ecco perché è davvero singolare l'assenza di qualsiasi traccia di allusione a questo insegnamento.

***

Il testo completo in: http://costanzamiriano.com/2014/03/10/legame-sacro-vincolo-indissolubile/#more-10283