Libano: nessuna ufficialità per il viaggio del Papa

Il portavoce Lombardi smentisce la notizia della conferma, circolata in giornata

| 924 hits

CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 7 febbraio 2012 (ZENIT.org) – Sulla visita di papa Benedetto XVI in Libano non c’è ancora nessuna ufficialità. Lo ha riferito oggi il portavoce della Sala Stampa Vaticana, padre Federico Lombardi, S.I., con riferimento alla notizia battuta da un’agenzia che confermava la visita pastorale.

“È vero che un tale viaggio è allo studio – ha dichiarato padre Lombardi – e il papa desidera farlo in connessione con la pubblicazione dell’Esortazione post-sinodale del Sinodo Speciale per il Medio Oriente”. Ciononostante, ha precisato il portavoce vaticano, “non vi è alcuna comunicazione ufficiale in materia”.

Secondo quanto riportato dall’agenzia SIR, l'annuncio della possibile visita papale in Libano era stata fatta il 2 febbraio scorso, festa della Presentazione del Signore, dal patriarca latino di Gerusalemme, mons. Fouad Twal, nel corso della celebrazione eucaristica per la comunità cattolica di espressione ebraica, nella chiesa dedicata ai santi Simeone ed Anna a Gerusalemme.

La possibilità di una visita pastorale del Santo Padre in Libano è sorta lo scorso 28 novembre, quando Benedetto XVI ha ricevuto in udienza il premier libanese Najib Mikati che, per l’occasione aveva invitato il Pontefice nel proprio paese. Un invito analogo era già arrivato nel febbraio 2011 dal presidente della Repubblica libanese, Michael Suleiman.

In caso di conferma, si tratterebbe del terzo viaggio apostolico di Benedetto XVI in un paese del Medio Oriente, dopo Giordania, Israele e Territori Occupati (2009) e Cipro (2010).