"Luci Sull'Est" a difesa della libertà di culto in Ucraina

Lanciata una petizione attraverso la piattaforma CitizenGo. Julio Loredo, portavoce dell'Associazione: "Preghiamo per la libertà della Chiesa greco-cattolica"

Roma, (Zenit.org) Redazione | 314 hits

"Quella ucraina è una chiesa che ha bisogno di noi. Ha già duramente conosciuto l’oltraggio delle persecuzioni e del martirio sotto il regime comunista di Stalin, e adesso soffre le minacce delle fazioni pro-russe". Così Julio Loredo, portavoce di Luci sull’Est, rinnova l’impegno a sostegno della Chiesa greco-cattolica ucraina, che ha già subito minacce da parte dell’allora viceministro Timofy Kokhan per aver dato supporto spirituale ai manifestanti.

"Noi, che crediamo in Dio – aggiunge Loredo – avvertiamo un’esigenza speciale di pregare per la pace e la tranquillità in Ucraina, e specialmente per la libertà della Chiesa greco-cattolica. A tal fine, abbiamo lanciato una petizione affinché sia garantita la sua libertà di culto. Vogliamo dare il nostro sostegno spirituale alla Chiesa greco-cattolica nella sua quotidiana missione di aiuto ai fedeli ucraini".

Dello stesso avviso Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, primate della Chiesa greco-cattolica, ricevuto in udienza da Papa Francesco qualche giorno fa, che ha affermato: "La missione della Chiesa greco cattolica ucraina è sempre stata quella di stare con la gente e tra la gente".

"La Chiesa – ha aggiunto – non partecipa al processo politico ma non può restare in disparte quando i suoi fedeli chiedono aiuto spirituale. Essere con i fedeli è dovere del sacerdote, legato alla missione stessa della Chiesa".

*

Link alla petizione: http://www.citizengo.org/it/3361-liberta-di-culto-il-greco-cattolici-ucraina