Lunedì si apre a Roma il II Simposio dei vescovi d'Europa e d'Africa

Ad inaugurare l'evento saranno i cardinali Polycarp Pengo e Angelo Bagnasco

| 1027 hits

ROMA, venerdì, 11 febbraio 2012 (ZENIT.org) - Riprendiamo il comunicato stampa sul II Simposio del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) e del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (SECAM/SCEAM), pubblicato oggi sul sito del CCEE. L'evento si terrà dal 13 al 17 febbraio prossimi presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum a Roma.

                                                               ***

Sono in fase già molto avanzata i preparativi per la sessione ufficiale di apertura, lunedì 13 febbraio 2012 a Roma, del Secondo Simposio dei Vescovi Europei e Africani.

Il Simposio, che ha come tema Evangelizzazione oggi: comunione e collaborazione pastorale tra l'Africa e l'Europa. La persona umana e Dio: la missione della Chiesa di proclamare la presenza e l'amore di Dio”, sarà aperto congiuntamente dai Cardinali Polycarp Pengo e Angelo Bagnasco, Presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (SCEAM) e Vice-Presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa (CCEE), rispettivamente. Seguirà immediatamente una presentazione dell’esortazione apostolica post-sinodale Munus Africae da parte del Cardinale Peter K.A.Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e la Pace.

Durante la sessione di apertura (aperta ai giornalisti accreditati), i Cardinali Theodore-Adrien Sarr, Vice-Presidente dello SCEAM, e Josip Bozanić, ex Vice-Presidente del CCEE, che hanno seguito tutto l’iter della collaborazione fra i due organismi continentali dal 2004, presenteranno i risultati delle riunioni precedenti e le sfide che ne sono emerse, e parleranno di cosa ci si aspetta da questo Simposio.

Alcuni vescovi esperti delle due organizzazioni continentali offriranno presentazioni sui seguenti sotto-temi durante i cinque giorni del Simposio:

a) Chi sono gli uomini e le donne in Africa e in Europa che la Chiesa è stata inviata ad evangelizzare? Un approccio antropologico e teologico. Il credente, la persona in ricerca, la persona che afferma di non credere.

b) La missione della Chiesa: annunciare la Buona Novella di Gesù Cristo agli uomini e alle donne di oggi in Africa e in Europa. L'incontro personale con Cristo. Conversione.

c) Comunione e collaborazione pastorale tra l'Africa e l'Europa – promuovere relazioni concrete: tra parrocchie e diocesi, giovani, famiglie, ecc.

d) La via da seguire in vista di collaborazioni più proficue tra il CCEE e lo SCEAM.

Si terranno alcuni workshop dopo la presentazione di ciascuno di questi argomenti di dibattito.

(Per i dettagli sulle persone-risorsa e sugli argomenti da trattare vi invitiamo a consultare il programma del Simposio).

I Vescovi approfitteranno anche della partecipazione di qualche membro di alcuni dei principali dicasteri vaticani durante il convegno per condividere, esperienze e idee riguardanti le relazioni tra di loro, da un lato, e fra i due organismi continentali, dall'altro. Altre organizzazioni che prenderanno parte al Simposio includono agenzie partner come Caritas Africa, Caritas Europa, MISSIO e Aiuto alla Chiesa che Soffre.

I vescovi e gli altri partecipanti al Simposio dovrebbero essere ricevuti in udienza da Sua Santità, Papa Benedetto XVI, giovedì 16 febbraio.

I vescovi, inoltre, organizzeranno una conferenza stampa presso la Radio Vaticana, Piazza Pia 3, mercoledì 15 febbraio alle 16.30 sul tema del Simposio e altre questioni attinenti alle relazioni tra le due organizzazioni continentali.

Il programma si concluderà con un pellegrinaggio al Santuario del Volto Santo, a Manoppello, il 17 febbraio.

Sui rapporti tra i due organismi continentali, Mons. Duarte da Cunha, Segretario Generale del CCEE, ha dichiarato che "il rapporto tra la Chiesa in Africa e in Europa è stato visto spesso come se l'Europa debba soltanto finanziare progetti sociali in Africa ma, anche se dobbiamo continuare a sostenere gli africani in questo campo, la collaborazione non può essere limitata a questo aspetto. Il dono principale che siamo chiamati a condividere, che è alla radice di tutto, è la nostra fede. L’Africa ha ancora bisogno di missionari provenienti dall’Europa, e l'Europa ha bisogno di imparare dalla fede gioiosa delle comunità africane, come ha detto il Papa lo scorso dicembre: Incontrare questa fede pronta al sacrificio, e proprio in ciò gioiosa, è una grande medicina contro la stanchezza dell’essere cristiani che sperimentiamo in Europa.

Da parte sua, il Segretario Generale dello SCEAM, P. François-Xavier Damiba, ha sottolineato che "come è stato osservato in occasione di riunioni precedenti, il fatto che i vescovi di entrambi i continenti s’incontrino offre loro l'opportunità di conoscersi e comprendersi. Il rafforzamento delle loro relazioni è molto importante per la loro vita pastorale e per tante attività che potrebbero essere portate avanti insieme. Ci sono molti cattolici africani che vivono in Europa e molti cattolici europei che vivono in Africa, e il fatto che i vescovi abbiano tra loro una forte amicizia aiuta anche i fedeli a costruire lo stesso tipo di rapporto. Si tratta di una risorsa prioritaria per entrambe le nostre società".

N.B. Il Simposio si terrà a porte chiuse, con l'eccezione di una parte della sessione di apertura, lunedì 13 febbraio, alle 16:30.

                                                     *             *             *

Per maggiori informazioni si prega di contattare gli addetti stampa della CCEE e dello SCEAM:

Dott. Luca Pezzi - CCEE (dal 12 febbraio)

cel: +41 79 12 80 189;

media@ccee.ch

Benedict Assorow – SCEAM

Tel: +233 302 778872 - cel: +233 24274186

cel.. a Roma: (00 39) 331 450 1751

SCEAMinfo@yahoo.com

San Gallo / Accra, 10 febbraio 2012.

                                                   *                *                *

Membri della Commissione preparatoria per il Simposio:

CCEE: Sua Eminenza il Cardinale Josip Bozanic, Arcivescovo di Zagabria (Croazia), Sua Eccellenza Mons. Gérard Defois, Vescovo emerito di Lille, Francia, Mons. Tom Burns, Vescovo di Menevia, Galles e Mons. Duarte da Cunha, Segretario Generale del CCEE.

SCEAM: Sua Eminenza il Cardinale Theodore Adrien Sarr, Arcivescovo di Dakar (Senegal), Vice-presidente, Sua Grazia Mons. Gabriel Mbilingi, Arcivescovo di Lubango (Angola), Vice-presidente SCEAM, Sua Grazia Mons. Gabriel Charles Palmer-Buckle , Arcivescovo di Accra (Ghana), Tesoriere SCEAM, e P. François-Xavier Damiba, Segretario Generale SCEAM.

Il Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa (CCEE) include le attuali 33 Conferenze Episcopali Europee, rappresentate dai loro Presidenti, dagli Arcivescovi del Lussemburgo e del Principato di Monaco, dall'Arcivescovo di Cipro dei Maroniti, dal Vescovo di Chişinău (Moldavia) e dal Vescovo eparchiale di Mukachevo. L’attuale presidente è il Cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest, Primate d'Ungheria, i Vicepresidenti sono il Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova, e Mons. Józef Michalik, Arcivescovo di Przemyśl, Polonia. Il Segretario Generale del CCEE è Mons. Duarte da Cunha. Il Segretariato ha sede a San Gallo (Svizzera). www.ccee.ch

Il Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (SCEAM) comprende le 37 Conferenze Episcopali nazionali e 8 Conferenze Episcopali regionali. L’attuale presidente è il Cardinale Polycarp Pengo, Arcivescovo di Dar-es-Salaam (Tanzania). I Vice-presidenti sono il Cardinale Theodor Adrien Sarr, Arcivescovo di Dakar (Senegal), e S. Ecc. Gabriel Mbilingi, Arcivescovo di Lubango (Angola). Il Segretario Generale è P. François-Xavier Damiba. Il Segretariato ha sede a Accra (Ghana). www.sceam-secam.org