“Magia e nuove religiosità” al centro di una giornata di studio

Sabato 7 maggio presso il centro pastorale di Fano

| 823 hits

ROMA, lunedì, 2 maggio 2011 (ZENIT.org).- “Magia e nuove religiosità” è il titolo della giornata di studio organizzata dalla Diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola per questo sabato, 7 maggio.



L'evento si svolgerà presso il centro pastorale di Fano (Pesaro-Urbino) dalle 9.00.

Nel suo messaggio ai partecipanti, il Vescovo della Diocesi, monsignor Armando Trasarti, ha riconosciuto che “i tempi in cui viviamo e la tanto proclamata modernità hanno condotto a grandi risultati in favore dell’umanità come, ad esempio, le importanti conquiste in ambito scientifico e medico, la maggiore consapevolezza della dignità della persona umana, l’affermazione dei diritti dell’uomo, solo per citarne alcuni”.

“Se da una parte è vero tutto questo”, ha tuttavia sottolineato, dall’altra non si può “sottacere il grave rischio insito in tali dimensioni: la pretesa di sostituirsi a Dio”.

“Sollecitato dalle grandi conquiste – tipiche di ogni tempo -, l’uomo avverte la tentazione, antica e sempre nuova, di poter superare i limiti della propria creaturalità entrando, così, in una sorta di delirio di onnipotenza”.

“Il frutto più immediato” di ciò, ha osservato il presule, “è una maggiore proliferazione di nuove Sette e nuove Religiosità a cui si aggiunge una pratica sempre più diffusa della magia”.

Constatando “la necessità e l’urgenza di un approfondimento di queste realtà che minano al cuore la dimensione della fede come anche la tranquillità di molte famiglie che si vedono raggirate dal miraggio di facili risultati”, il Vescovo ha quindi invitato a partecipare al Convegno, che aiuterà a “comprendere un fenomeno che, anche nel nostro territorio, è così presente per quanto sommerso”.

Dopo l'introduzione di monsignor Trasarti, si susseguiranno al mattino gli interventi del prof. Pierluigi Zoccatelli (vicedirettore del Centro Studi sulle Nuove Religioni, CESNUR) sul tema “Nuove religioni e nuova religiosità, una sfida alla Chiesa: prospettive sociologiche”, della prof.ssa Anna Maria Giannini (docente ordinario di Psicologia presso l'Università “La Sapienza” di Roma) su “Gli aspetti psicologici del fenomeno”, e di don Loranzo Lasagni (responsabile Gruppo di Ricerca e Informazione Socio-Religiosa - GRIS - della Diocesi di Ravenna-Cervia) sul tema “Fede e Superstizione. Come è facile passare da fortunati a sciagurati”.

Nel pomeriggio, la prof.ssa Roberta Grillo O.V., presidente del GRIS della Diocesi ambrosiana e delegato diocesano per le nuove religiosità e i fenomeni dell'occulto, interverrà su “Sètte, santoni, maghi e gruppi New Age. Il fascino di spiritismo, magia e satanismo. Familiari irretiti, famiglie separate. Come riconoscere questi fenomeni? Come affrontarli?”.

Seguiranno gli interventi dello psicoterapeuta prof. Adolfo Morganti, membro del Consiglio Nazionale del GRIS, sul tema “Meglio il Male del Nulla? Radici della fascinazione giovanile per l’occulto”, e della prof.ssa Marcella Pioli, medico pediatra, membro del Consiglio Nazionale del GRIS e membro GRIS di Torino, su “Tecniche di persuasione subliminale nella Musica Rock”.

Dopo un dibattito, monsignor Trasarti trarrà le conclusioni della giornata.

Per partecipare è necessario iscriversi, sul sito www.diocesifanomagia.it.