"Maria, modello di fede" (Quarta ed ultima parte)

Catechesi del cardinale Comastri presso la comunità pastorale di Dugnano-Incirano

| 1391 hits

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 16 novembre 2012 (ZENIT.org).- Riprendiamo la quarta ed ultima parte della catechesi tenuta il 20 ottobre scorso presso la comunità pastorale di Dugnano-Incirano dal cardinale Angelo Comastri, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano.

***

Passano gli anni, altrimenti restiamo evidentemente fino a domani: passano gli anni, arriva il tempo della Passione. 

Voglio farvi notare un particolare:  il tempo della Passione! Nel momento della Passione tutti entrano in crisi, il primo è Pietro!  Pietro fece tanta difficoltà ad accettare il mistero di Dio che affronta il male con il bene, che affronta la cattiveria con la bontà.  Pietro voleva che la cattiveria venisse affrontata con altrettanta cattiveria, se non di più!! Pietro reagì quando Gesù annunciò la Passione!! Pietro quando vide Gesù che lavava i piedi, sbottò e disse: “Non mi laverai mai i piedi!!”. Cioè, “Io non ti accetto così!!”.

Maria nell’ora della croce è accanto a Gesù. Attenti!!: quello stare accanto è un grande messaggio!  “Accanto alla croce stava la Madre”…, stava la Madre!!  E notate bene, l’ora della Passione viene presentata da Giovanni come l’ora DELLA MASSIMA MANIFESTAZIONE DELL’AMORE DI DIO!:   Gesù avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino al “Segno estremo”, cioè FINO AL COMPIMENTO!

Il Calvario è la massima manifestazione di Dio: … ma chi ci crederebbe?!  E’ il volto di Dio! Dio è amore! Amore fino a soffrire! Amore fino a farsi crocifiggere e siccome l’amore di Dio è “AMORE DIVINO”, è amore onnipotente!!! Quindi amore vincente!!!   Aaah …, ma è difficile crederlo cari, è difficile crederlo!!!

Maria ha creduto, Maria stava accanto!  E Gesù, attenti bene qui c’è un passaggio importantissimo, ha potuto dire dall’alto della Croce rivolgendosi a Giovanni:  “Figlio, ecco tua Madre” cioè, te la dono come madre, perché Maria era Sua, perché Maria era dalla parte di Dio. Non avrebbe potuto donarla Gesù se non avesse avuto la certezza che Maria era dalla Sua parte! Maria credeva che Gesù sulla croce stava vincendo, non stava perdendo!!! Per questo ha potuto dire: “Figlio, ecco tua Madre!”.   E a Maria: “Donna ecco tuo figlio!”.

Nel momento della Passione Maria è la vera credente, la perfetta credente!!!

Fratelli e sorelle, dobbiamo tutti riconoscere che ancora noi conosciamo tanto poco il MISTERO DI DIO. … Pur chiamandoci credenti, noi abbiamo in testa un’idea di Dio molto simile a quella dei filosofi: “Dio grande, potente ed eterno”, come dice Pascal. “Che è tanto lontano dal Cristianesimo, quanto l’ateismo che ne è l’esatto contrario”, così scrive Pascal!   Auguriamoci in questo anno di poter fare e di saper fare e di “voler fare!”, un piccolo passo nella fede!  Sarebbe il frutto più bello di questo anno che il Papa ha voluto per tutta la Chiesa.

Termino con una poesia, una poesia di Trilussa, un poeta romanesco che piaceva tanto a Giovanni Paolo I;  tant’è vero che citò in udienza a memoria un sonetto sulla fede.  …   Trilussa immagina la fede come una vecchietta cieca e scrive: “Quella vecchietta cieca che incontrai la notte che me spersi in mezzo al bosco – perché la vita è come un bosco dove siamo tutti sperduti–  quella vecchietta mi disse: ‘ Se la strada non la sai, te ci’accompagno io che la conosco. Se ci’hai la forza de venime appresso, de tanto in tanto te darò n’a voce, fino là in fonno dove c’è un cipresso, fino là in cima dove c’è la croce, poiché la vita di tutti passa per il calvario’.  Io risposi mmm… sarà ?! Ma trovo strano che mi possa guidà si nun ce vede. La cieca allora me pigliò la mano e sospirò ‘Cammina!!’. … Era la FEDE!! ”.

Siamo tutti nel bosco fratelli e sorelle, siamo tutti un po’ sperduti nel bosco della vita, c’è soltanto questa vecchietta cieca che ci può guidare.   Che poi è l’umiltà che ci apre alla fede e anche a noi stasera la cieca ci piglia per mano e sospirando ci dice ‘Cammina!’.… E’ la FEDE! ... Che per impararla abbiamo una maestra stupenda,  “M A R I A !!!”.

Visitatela spesso! Visitiamola spesso! Diventeremo più credenti!!!

Sia lodato Gesù Cristo, “Sempre sia lodato”.

[La terza parte è stata pubblicata giovedì 15 novembre]