Maria, segno di fede

Due giorni per cantare le lodi della Madonna in russo, inglese e italiano

| 612 hits

ROMA, lunedì, 1 ottobre 2012 (ZENIT.org) - Un simposio internazionale, che si svolgerà il 4 e 5 ottobre prossimo a Roma presso il Centro Russia Ecumenica, a Borgo Pio 141, a due passi da San Pietro, sarà dedicato a Maria, segno di fede.

“Il simposio - spiega don Sergio Mercanzin, direttore del Centro Russia Ecumenica - si svolge alla vigilia dell’Anno della Fede, voluto da papa Ratzinger per commemorare i 50  anni del Concilio Vaticano II, ma vuole ricordare anche altri importanti anniversari: il 20 anni del Catechismo della Chiesa Cattolica, i 95 del famoso miracolo del sole a Fatima e perfino i 1700 anni della vittoria dell’imperatore Costantino a Ponte Milvio, che ha aperto la strada alla civiltà cristiana”.

Tra i relatori Edmund Mazza, professore di storia e scienze politiche, Mark Miravale, noto teologo americano, Edward Lucas, corrispondente di The Economist, Valentina Vinogradova, scrittrice russa.

Il medievalista Miri Rubin, ispiratore del Simposio, nel su libro Madre di Dio scrive: “Per uno storico d’Europa, Maria è una presenza costante. Le donne e gli uomini prendono il suo nome. La figura di Maria è impressa nel tessuto medievale dell’Europa moderna: le sue immagini si trovano nelle case e sui muri di città italiane, sulle facciate delle cattedrali nel nord della Francia, in prossimità degli incroci stradali in Austria e in Baviera, o nelle icone delle chiese greche. Maria è fondamentale per i canoni occidentali di bellezza in tutte le forme d’arte”.

* Ulteriori informazioni  sul simposio sono disponibili sul sito www.MarySignofFaith.com.