Martinez: "Insieme a Papa Francesco alziamo un muro di preghiera in difesa della pace"

Il Rinnovamento nello Spirito aderisce all'appello del Santo Padre per il Medio Oriente

Roma, (Zenit.org) | 388 hits

Durante l’Angelus di domenica 1 settembre, Papa Francescoha espresso il suo dolore per quanto sta accadendo in Siria. Ha perciò indetto una Giornata di digiuno e di preghiera per la pace in Siria, nel Medio Oriente e nel mondo intero, in programma il prossimo 7 settembre. Il Pontefice ha anche dato appuntamento in piazza San Pietro dalle ore 19.00 alle ore 24.00, estendendo l’invito a tutti i cristiani, ai fedeli di altre religioni e ai non credenti. 

Il Rinnovamento nello Spirito Santo aderisce all’appello di Papa Francesco, unendosi alla Chiesa universale con speciali iniziative di preghiera. Il presidente nazionale, Salvatore Martinez, esprime la partecipazione all’iniziativa indetta dal Santo Padre:

«Con Papa Francesco – ha dichiarato Martinez – sabato 7 settembre, anche noi vogliamo costruire un grande “muro di fuoco, un muro d’amore” (Santa Caterina), una grande muraglia di preghiera costruita dalle pietre vive degli oranti, degli uomini e delle donne di preghiera. Noi crediamo e confessiamo per esperienza che, nonostante le apparenze, nel nostro mondo la preghiera è un fenomeno di vastissime proporzioni, un’ossigenazione sapienziale che non apre solo il cuore alla bontà, ma le menti e le volontà alla costruzione del bene comune. Solo chi prega si conosce in quanto uomo e impara a riconoscere che l’altro è un dono, sempre, mai un problema, una minaccia, un nemico da combattere e abbattere.

Noi crediamo e confessiamo per esperienza che gli uomini e le donne della preghiera sono la più grande riserva di speranza e di sapienza per questo nostro mondo. Sono loro gli ambasciatori dell’amore e della pace, che solcano la storia aprendola ai sentieri invisibili di Dio, del Dio a cui nulla è impossibile. Sono loro i veri difensori dei valori più autentici dell’umanità, perché è nella preghiera che la coscienza vuole la misericordia e la verità, la giustizia e la pace, perché la terra, la nostra terra, sia un vero spazio di fraternità universale, al di là di ogni confine sociale e culturale, etnico e religioso.

Per queste ragioni, tutti i 1900 Gruppi e Comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo sono stati impegnati a vivere la giornata del 7 settembre con speciale riguardo al digiuno e alla preghiera. Tutti i responsabili e gli animatori del Movimento si faranno promotori di iniziative locali a sostegno dell’appello del Pontefice. Al contempo i Gruppi e le Comunità del Lazio e delle Regioni limitrofe sono stati invitati a confluire in Piazza San Pietro, dalle ore 19.00 alle ore 24.00, per il gesto di preghiera da indetto da Papa Francesco».