Master nazionale dei Settimanali Cattolici a Catania

È la prima volta che l'evento si svolgerà nella città etnea

Catania, (Zenit.org) Giuseppe Adernò | 373 hits

La Federazione Italiana dei Settimanali Cattolici ha scelto Catania quale sede del XXII Master di aggiornamento per direttori, amministratori, redattori, e giornalisti dei settimanali cattolici, intitolato alla memoria di “Mons. Alfio Inserra” di Siracusa, promotore e sostenitore di questa  iniziativa da oltre un ventennio.

Il settimanale diocesano “Prospettive” con la guida del direttore, don Giuseppe Longo, in collaborazione con lo staff degli operatori del Museo diocesano ha organizzato e coordinato l’evento che per la prima volta si svolge a Catania.

Oltre che momento di riflessione sulla professione giornalistica il Master costituisce una preziosa opportunità d’incontro e di scambio di esperienze per valorizzare la cultura del territorio e l’industria del turismo locale, risorsa e ricchezza della nostra Bella Italia.

Il Master che inizierà giovedì 19 settembre alle ore 16,30 presso il Museo Diocesano in Piazza Duomo, dopo il saluto dell’Arcivescovo di Catania, Mons. Salvatore Gristina e del Presidente nazionale FISC, Francesco Zanotti, ha in programma due relazioni: una di Mons. Antonio Staglianò, Vescovo di Noto, e delegato della Conferenza   Episcopale Siciliana per la Cultura e le Comunicazioni sociali e l’altra del Prof. Giuseppe Vecchio, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Catania.

I lavori del master, proseguiranno nei giorni 20 e 21 settembre con gruppi di studio per settori: il livello principianti è coordinato da Francesco Cipolloni direttore di “Emmaus” settimanale della diocesi di Macerata; il livello fotoreporter da Antonio Parrinello, giornalista, fotoreporter; il livello redattori da Claudio Turrini, caposervizio e webmaster di “Toscanaoggi”; il livello direttori da Domenico Delle foglie, direttore dell’agenzia SIR.

Nel pomeriggio del 20 settembre è previsto presso la Badia di S. Agata il convegno sul tema: “Turismo, cultura e prospettive occupazionali” con gli interventi dell’assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata; del presidente della Confindustria dell’Education, Ivan Lo Bello, del direttore dell’emittente televisiva “Antenna Sicilia”, Michela Giuffrida e del Direttore dell’Ufficio diocesano per i Beni culturali, don Carmelo Signorello.

Per i partecipanti sono previsti inoltre delle visite turistiche del Centro storico di Catania, alle Terme Achilleane, e un’escursione sull’Etna, che da pochi mesi è stato definito dall’Unesco, patrimonio dell’umanità.