Matrimoni misti e famiglia in Europa

Temi dell’incontro delle Conferenze Episcopali del Sud-Est europeo

| 1630 hits

ORADEA, 1° marzo 2007 (ZENIT.org).- Da oggi fino al 4 marzo, sono riuniti a Oradea (Romania) per la settima volta i Presidenti delle Conferenze episcopali del Sud-Est Europa, accompagnati da esperti, per analizzare i matrimoni misti e la famiglia nel continente europeo.



“In particolare, la riflessione si sta soffermando sui matrimoni tra un cattolico e un battezzato di un'altra confessione cristiana e tra un cattolico e un non battezzato.”, spiegano gli organizzatori.

Le Conferenze episcopali rappresentate sono sette: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Grecia, Romania, la Conferenza Episcopale Internazionale Ss. Cirillo e Metodio (Serbia e Montenegro - Macedonia) e Turchia.

All'incontro prendono parte anche i rappresentanti della Santa Sede in Romania e presso l'UE, alcuni Vescovi della Conferenza Episcopale della Romania e il Segretario generale della Commissione degli Episcopati dell'Unione Europea (COMECE).

L'incontro, promosso dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d'Europa (CCEE), è ospitato dalla Conferenza Episcopale della Romania e dal Vescovo greco-cattolico di Oradea Mare, S.E. Mons. Virgil Bercea, presso l’Hotel Vulturul Negru, Strada Indepententei, Nr. 1, 3400 Oradea, Romania (Tel: 0040 / 259 / 45 00 00).

Nel corso dell'incontro, saranno presentati i risultati della ricerca CCEE sulla famiglia in Europa.

Varie altre questioni dell'attualità saranno prese in considerazione dai presidenti delle Conferenze episcopali del Sud-Est Europa: la Terza Assemblea ecumenica europea (Sibiu, Romania, 4-9 settembre 2007), la visita del Papa in Turchia e l'ingresso della Romania e Bulgaria nell'Unione Europea.

L'incontro prevede momenti di incontro con la comunità locale e con rappresentanti della Chiesa ortodossa e della vita pubblica.

Venerdì 2 marzo (alle 8.00 nella cattedrale greco-cattolica di Oradea) i presidenti delle Conferenze episcopali del Sud-Est Europa parteciperanno ad una liturgia bizantina con gli alunni del Liceo greco-cattolico di Oradea e domenica 4 marzo (alle 10.00 sempre nella cattedrale greco-cattolica di Oradea) alla celebrazione eucaristica alla quale prenderanno parte anche i fedeli della città.