Messico: una pagina web di informazioni sul vero “sesso sicuro”

Diretta dalla dottoressa Rosario Laris, esperta di bioetica

| 1315 hits

CITTA' DEL MESSICO, lunedì, 13 giugno 2011 (ZENIT.org).- Una pagina web creata di recente informa ogni tipo di pubblico, ma soprattutto adolescenti, giovani e genitori, sul sesso sicuro. Promossa dall'associazione omonima e diretta dalla dottoressa María del Rosario Laris, offre dati sulle varie pratiche e sulle loro conseguenze.

Sexo Seguro AC è un'organizzazione senza scopo di lucro, composta da medici esperti in sessualità e bioetica, che promuove la divulgazione di informazioni collegate all'inizio della vita sessuale nell'adolescenza e nella gioventù, agli anticoncezionali, all'aborto e ad altri temi legati alla sessualità.

La sua visione ha come base il rafforzamento della dignità della persona umana dal concepimento alla morte naturale.

In un'intervista rilasciata di recente, la dottoressa María del Rosario Laris Echeverría, medico chirurgo con un dottorato in Bioetica, ha spiegato l'obiettivo dell'associazione e della pagina web.

“L'associazione ‘Sexo seguro’ è nata perché negli ultimi anni sono stati constatati l'aumento delle gravidanze indesiderate e la disinformazione che certe istituzioni di governo hanno creato soprattutto nei giovani”, ha osservato.

“Questa campagna cerca di fornire informazioni scientifiche, tra i tanti temi, su ciò che dicono gli studi a livello mondiale sulle malattie a trasmissione sessuale, l'uso corretto del preservativo, il modo in cui agiscono i metodi anticoncezionali e gli effetti che possono avere sulle donne”, ha aggiunto.

La pagina è interattiva, piuttosto completa e mira a trasmettere un messaggio obiettivo a tutti coloro che la consultano.

“Cerchiamo di proporre una pagina informativa, con un alto grado di valore per la quantità di riferimenti e di pubblicazioni su riviste internazionali, ma allo stesso tempo cerchiamo di renderla sintetica e pratica perché la lettura porti un messaggio obiettivo, e ci interessa molto arrivare ai giovani perché si informino e possano quindi prendere le decisioni migliori”, ha sottolineato l'esperta.

Il contenuto è utile anche per i genitori, che per la dottoressa Laris sono quelli che devono essere più informati per non lasciare che siano solo la scuola o altre istituzioni a parlare di sesso ai propri figli.

La pagina Sexo Seguro funziona da poche settimane e ha una chat interattiva che orienta le donne che, ad esempio, affrontano una gravidanza non attesa e non sanno come reagire.

Circa i metodi naturali, si dice ad esempio che “sono adattabili a qualsiasi condizione socioculturale, a qualsiasi livello di educazione ed economico e a ogni tappa della vita riproduttiva femminile. Degli studi indicano che il 95% delle donne riconosce i segni di fertilità”.

Con uso corretto, hanno un'efficacia tra il 95% e il 99,7% per evitare gravidanze. Dati di Stati Uniti e Germania indicano che tra il 20 e il 47% delle donne è interessato a usare un metodo naturale moderno.

Secondo la pagina, gli adolescenti che assistono frequentemente ai servizi religiosi e ad attività religiose per i giovani e che danno importanza alla religione nella loro vita quotidiana iniziano fino al 50% più tardi la propria vita sessuale.

Allo stesso modo, una maggiore istruzione ritarda l'inizio della vita sessuale attiva e diminuisce le gravidanze nei più giovani, mentre meno istruzione e diserzione scolastica aumentano i comportamenti sessuali a rischio e l'inizio precoce della vita sessuale.

I giovani che si sentono meno pressati dagli amici a iniziare la vita sessuale e che sono più sicuri della loro capacità di dire “no” ritardano più facilmente l'inizio della vita sessuale.

Per ulteriori informazioni, www.sexoseguro.mx