Miglioramento antisismico e ripristino post-sisma delle chiese storiche

Corso di formazione professionale proposto dal Centro Studi per l'architettura sacra e la città della Fondazione Cardinal Giacomo Lercaro

Bologna, (Zenit.org) | 246 hits

Il corso intende fornire conoscenze specifiche in merito alla progettazione di opere di miglioramento antisismico e di ripristino degli edifici danneggiati dagli eventi sismici, particolarmente incentrati sulle caratteristiche e necessità degli edifici ecclesiali.

Intervenire nelle strutture delle chiese storiche richiede, infatti, una specifica formazione che coniughi gli aspetti tecnici di conoscenza dei materiali, di modalità costruttive storiche e di comportamento sismico delle strutture, con un sapere proprio di quelle che sono le caratteristiche specifiche dell’edificio ecclesiale, delle sue parti e del suo uso.

Il corso si rivolge a professionisti del settore della progettazione e restauro delle strutture storiche e a quanti si stanno preparando ad esserlo. Titolo di accesso: Laurea in Architettura e in Ingegneria Edile ed Edile-Architettura, Iscrizione ai corsi di laurea quinquennali di Architettura e Ingegneria Edile-Architettura.

Il corso è articolato in sette moduli: i primi quattro riguardano le conoscenze di base e le tecniche necessarie all’analisi critica dell’edificio ecclesiale; negli ultimi tre moduli si trattano gli argomenti propri del ripristino post sisma e del miglioramento sismico.

Moduli di ANALISI CRITICA

18.10.2013 La storia dell’edificio ecclesiale e il rilievo delle strutture

8.11.2013 Restauro e conoscenza del manufatto

22.11.2013 Indagine e tecniche costruttive delle chiese storiche

13.12.2013 Il comportamento sismico degli edifici ecclesiali

Moduli di INTERVENTI DI RIPRISTINO E MIGLIORAMENTO

17.01.2014 Interventi di ripristino post-sisma (1)

31.01.2014 Interventi di ripristino post-sisma (2)

14.02.2014 Il miglioramento sismico

Vista la natura del corso, molte lezioni si svolgeranno direttamente all’interno o nelle prossimità di edifici ecclesiali in maniera tale da poter verificare e applicare in maniera diretta le teorie proposte.

E’ previsto il rilascio di un attestato di frequenza, che darà diritto a crediti formativi definiti dal proprio ordine professionale.