Miniserie in televisione e Internet di un esorcista della Diocesi di Roma

Mostra come si fa un esorcismo e come non aver paura del demonio

| 1291 hits

CITTA' DEL VATICANO, venerdì, 11 aprile 2008 (ZENIT.org).- Come si fa un esorcismo? Com'è possibile non aver paura del demonio? Uno degli esorcisti della Diocesi di Roma sta rispondendo a queste domande in una miniserie per la televisione e Internet.

Il diavolo esiste? E' stata questa la prima domanda alla quale ha risposto padre Gabriele Amorth, esorcista della Diocesi del Papa da quasi 21 anni, sacerdote della Congregazione di San Paolo.

"Rispondo con le parole di Giovanni Paolo II a cui una volta posi questa domanda - afferma nel documentario -: 'Santità, incontro molti Vescovi che non credono nel demonio'. E Giovanni Paolo II rispose: 'Chi non crede nel demonio, non crede nel Vangelo'".

"Il diavolo è un angelo, e pertanto, uno spirito puro creato buono da Dio e che si pervertì perché si ribellò a Dio. Perciò, conserva tutte le caratteristiche di uno spirito puro. Una intelligenza molto grande, maggiore della nostra", spiega.

Il sacerdote mostra anche che con Gesù è possibile vincere il diavolo: "l'esorcista agisce nel nome di Gesù con la forza che gli viene da Gesù".

Padre Amorth spiega quindi come si compie un esorcismo.

"Vado in una chiesa nel centro di Roma, una parrocchia che durante il giorno rimane chiusa - ricorda -. C'è la Messa la mattina e dopo viene chiusa e lì faccio gli esorcismi forti. Ci sono sempre sette, dieci persone che mi aiutano, e c'è un piccolo letto. A volte dobbiamo legare le persone o semplicemente tenerle".

Il presbitero mostra come si distingue il male malefico da quello psichico: "Normalmente, quando una persona sente questi mali e problemi, la prima cosa che si fa è andare dal medico e dallo psichiatra".

"La cosa più difficile è distinguere il male malefico dal male psichico. Il percorso normale è andare dallo psichiatra, ma non ottengono alcun risultato. Iniziano a sospettare che il loro male non è naturale. E ricorrono al mago, da cui ricevono un danno maggiore. In questo momento è possibile che una persona con più pratica in queste questioni suggerisca loro di andare dall'esorcista".

Tra le sorprese che ha in serbo per il pubblico, padre Amorth rivela il nome della creatura che suscita più avversione nel diavolo: Maria.

Secondo padre Amorth, il demonio prova terrore di fronte alla Madre di Cristo.

"In un'occasione un mio amico esorcista chiese al demonio che cos'era ciò che più lo feriva della Vergine, perché sentiva tanta avversione - rivela -. E gli rispose: 'Perché è la più pura di tutte le creature ed io sono il più immondo, è la più obbediente di tutte le creature ed io sono il più ribelle, è Colei che non ha mai commesso neanche il più piccolo peccato e per questo mi sconfigge sempre'".

Il sacerdote, la cui specializzazione in Teologia è la Mariologia, spiega che anche Maria ha subito tentazioni da parte del demonio. "Quando?", si chiede. "Dalla nascita fino alla morte. Ma vinse sempre", risponde.

La miniserie settimanale, in otto lingue, è alla terza puntata e continuerà nelle prossime settimane. Viene trasmessa da canali televisivi cattolici e può essere vista su Internet sul portale http://www.h2onews.org/_page_search.php?testo=amorth