Missione, Chiesa e Teologia. A 50 anni dal Concilio Vaticano II

Il Convegno internazionale si terrà dal 28 al 30 novembre 2012 presso la Gregoriana

| 1080 hits

ROMA, martedì, 13 novembre 2012 (ZENIT.org).- «La nuova evangelizzazione è essenzialmente connessa con la missione ad gentes. La Chiesa ha il compito di evangelizzare, di annunciare il Messaggio di salvezza agli uomini che tuttora non conoscono Gesù Cristo [...] Pertanto occorre pregare lo Spirito Santo affinché susciti nella Chiesa un rinnovato dinamismo missionario i cui protagonisti siano, in modo speciale, gli operatori pastorali e i fedeli laici. La globalizzazione ha causato un notevole spostamento di popolazioni; pertanto, il primo annuncio si impone anche nei Paesi di antica evangelizzazione» (Benedetto XVI, Omelia alla S. Messa per la conclusione del Sinodo dei Vescovi, 28 ottobre 2012).

L’ottantesimo di fondazione della Facoltà di Missiologia della Pontificia Università Gregoriana (1932-2012) s’intreccia, per una fortuita coincidenza, con le celebrazioni per i 50 anni dall’apertura del Concilio Vaticano II. Nel quadro di questi eventi, così significativi, ed in ascolto delle istanze emerse dal recente Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione, la Facoltà di Missiologia si accinge dunque a vivere tre impegnative giornate di studio incentrate sul tema Chiesa, Missione e Teologia. A cinquant’anni dal Concilio Vaticano II (dal 28 al 30 novembre 2012),

Tra i numerosi esperti chiamati ad intervenire per la circostanza, figurano personalità di eccellenza nel mondo accademico ed ecclesiale, come Mons. Gianni Colzani, il vescovo emerito Peter Henrici S.I., il Prof. Harvey Cox e il Card. Karl Josef Becker S.I.

Nel corso della prima sessione (mercoledì 28 novembre) speciale attenzione verrà dedicata alla genesi e fisionomia della disciplina missiologica e, parallelamente, anche alle vicende e ragioni –  soprattutto di natura ecclesiologica – che indussero la Compagnia di Gesù a fondare in Gregoriana questa Facoltà in un periodo di grande fervore teologico e missionario.

In questa medesima sede, verrà quindi affrontata anche il tema della svolta impressa dal Concilio Vaticano II per una rinnovata comprensione della missione e dell’apostolicità della Chiesa. La seconda sessione (giovedì 29), che si aprirà con una riflessione sull’attualità del primo capitolo del Decreto Ad Gentes, mira ad evidenziare lo spostamento di accento che l’Assise conciliare intese promuovere con questa opzione, schiudendo nuove vie per una più ricca comprensione della vocazione e testimonianza cristiana. «Ancora oggi – sottolinea la Prof.ssa Ilaria Morali – occorre recuperare il senso di una disciplina quale la missiologia all’interno, e non semplicemente alla periferia, del curriculum teologico. Il recente Sinodo e l’Anno della fede sono qui a ricordarcene l’attualità pressante».

A questo proposito segnaliamo la relazione La nuova evangelizzazione: cosa significa e come si fa. Dai documenti alla prassi che sarà tenuta a conclusione di questa seconda sessione da S.E. Mons. Peter Henrici S.I., già decano della Facoltà di Filosofia della Gregoriana e vescovo emerito di Chur, il quale alla profonda competenza accademica aggiunge la vasta esperienza di pastore in un Paese scristianizzato.

A conclusione del percorso di studio di queste giornate, la terza sessione di venerdì 30 novembre prevede due momenti di particolare interesse.

In primo luogo l’intervento del Prof. Harvey Cox, della Harvard Divinity School, il quale presenterà la propria lettura del volume Catholic Engagement with World Religions. A Comprehensive Study in dialogo con i suoi due autori, il Card. Karl Josef Becker e la Prof.ssa Ilaria Morali. L’ampio studio, scaturito dal confronto ripetuto con esponenti della Teologia pluralista e da varie esperienze di dialogo interreligioso, vuole esporre il punto di vista cattolico, in una prospettiva teologica, circa il rapporto Chiesa-religioni, e dall’altro fornire i riferimenti imprescindibili per il fedele che intenda entrare in dialogo con esponenti di altre fedi. Harvey Cox – autore di famose opere come The Secular City (1965) e The future of Faith (2009) – è apparso immediatamente come l’interlocutore ideale per confrontarsi sul ruolo delle religioni in una società post-secolare.

A solenne chiusura dell’evento accademico, il Card. Karl Josef Becker S.I. – professore emerito della Facoltà di Teologia, già consultore presso la Congregazione per la Dottrina della Fede – terrà una lectio magistralis dal titolo Teologia delle Religioni. Le Religioni nell’ordine della Salvezza, interrogandosi sul compito della teologia delle religioni e sul suo specifico oggetto in ambito cattolico.

* Il Programma completo delle tre Giornate di Studio: http://goo.gl/wyunO

Per informazioni:
Segreteria della Facoltà di Missiologia
Pontificia Università Gregoriana
missio@unigre.it
http://www.unigre.it/struttura_didattica/Missiologia/