Mons. Galantino nominato dal Papa segretario generale della CEI ad quinquennium

Il Consiglio permanente: "La conferma di un vescovo del quale in questi mesi abbiamo apprezzato dedizione, passione e impegno"

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 262 hits

Mons. Nunzio Galantino segretario generale della Conferenza Episcopale italiana ad quinquennium. La nomina al vescovo di Cassano allo Jonio è stata confermata da Papa Francesco in data di ieri, 25 marzo 2014.

In una nota diffusa oggi, il Consiglio Permanente della CEI - riunito per la sessione di primavera che ha concluso oggi i suoi lavori - ha espresso la propria riconoscenza al Pontefice. Nel testo integrale della dichiarazione, letta dal cardinale Angelo Bagnasco durante la sessione di stamane della CEP, i vescovi affermano: “Al Santo Padre - al quale rinnoviamo l’adesione convinta a vivere la grazia e la missione della comunione ecclesiale - va la nostra riconoscenza: la sua scelta qualifica la segreteria generale con la conferma di un vescovo del quale in questi mesi abbiamo apprezzato dedizione, passione e impegno".

"Come ci ricordava Papa Francesco - si legge ancora nel testo - non siamo espressione di una struttura o di una necessità organizzativa: intendiamo, piuttosto, esprimere una fraterna sollecitudine che incrementi il bene comune delle nostre Chiese, partecipi della stessa fede e della comune missione". Pertanto, mons. Galantino, "con il suo prezioso servizio", "contribuirà a rendere sempre più sensibile la segreteria generale - e quindi gli Uffici della CEI - alle vere necessità che interpellano le Chiese che sono in Italia per riuscire ad affrontarle con orientamenti pastorali condivisi".

I vescovi italiani ribadiscono quindi la propria "cordiale stima e accoglienza" verso il presule e concludono la dichiarazione affermando: "Siamo certi che continuerà a promuovere la fraternità e la partecipazione, con disponibilità all’ascolto e dialogo costante”.

Numerosi i messaggi di augurio da tutta Italia a mons. Galantino. Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo, ha sottolineato in una nota che il RnS "saluta con gioia la notizia della conferma" di mons. Galantino a Segretario Generale della CEI. "Abbiamo avuto modo di apprezzare la Sua cordialità pastorale e la Sua saggezza teologica nel corso degli anni di servizio in Puglia e in Calabria", aggiunge Martinez, e ribadisce che: "Siamo certi che saprà accompagnare il 'rinnovamento ecclesiale' indicato da Papa Francesco in 'Evangelii Gaudium' con semplicità evangelica e coraggio apostolico. Intensificheremo per Lui e per tutto l'Episcopato italiano le nostre preghiere".

Anche l'associazione Scienza & Vita esprime gioia e gratitudine per la nomina. I vertici, Paola Ricci Sindoni e Domenico Coviello, rispettivamente presidente e copresidente nazionale, affermano infatti: "L’instancabile testimonianza sociale di mons. Galantino in una terra difficile e complessa, la sua esperienza umana e pastorale, unite alla difesa, la tutela e l’affermazione della dignità di ogni essere umano, rappresentano per tutti noi un segno autorevole di fiducia e guida per le attività future”. Quindi "i più fervidi auguri di buon lavoro, nella certezza di proseguire un cammino comune di servizio e di condivisione”.

Da parte sua, il presidente nazionale dell’UNITALSI, Salvatore Pagliuca, ha formulato a monsignor Galantino, “i migliori auspici perché la sua azione pastorale possa sostenere la missione evangelica di solidarietà e di carità verso la persona ammalata ed emarginata che la Chiesa italiana da sempre promuove e che l’Unitalsi da 110 anni persegue”.

Anche il Consiglio Direttivo e la Segreteria di Retinopera hanno augurato “buon lavoro” al Segretario Generale della CEI, definito “un Pastore che, mirando all’essenziale delle cose, ha sempre camminato con il suo popolo, nella condivisione di gioie e dolori, alla ricerca di nuove strade per un’evangelizzazione incarnata e una promozione umana che esalti la dignità della persona”.