Mons. Giuseppe Petrocchi nuovo vescovo de L'Aquila

Il Papa ha nominato anche mons. Jean Teyrouz all'ufficio di Visitatore Apostolico per gli Armeni residenti in Europa Occidentale

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 517 hits

Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana de L’Aquila (Italia), presentata da S.E. Mons. Giuseppe Molinari, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Il Papa ha nominato Arcivescovo Metropolita de L’Aquila (Italia) S.E. Mons. Giuseppe Petrocchi, finora Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno (Italia).

S.E. Mons. Giuseppe Petrocchi è nato ad Ascoli Piceno il 19 agosto 1948. È entrato nel Seminario Vescovile di Ascoli Piceno nel 1965 e ivi ha completato gli studi liceali, conseguendo la maturità classica.

Ha compiuto gli studi filosofici e teologici presso la Pontificia Università Lateranense, dove ha conseguito il baccellierato in Filosofia e la Licenza in Teologia Dogmatica. Ha conseguito due lauree presso le Università Statali: la prima in Filosofia a Macerata e la seconda in Psicologia a Roma. Conosce il francese, l’inglese, il tedesco e lo spagnolo.

È stato ordinato sacerdote il 14 settembre 1973 in Ascoli Piceno, sua diocesi di incardinazione.

Dopo l’ordinazione presbiterale ha ricoperto i seguenti uffici e ministeri: Responsabile della Pastorale giovanile diocesana (1973-1975); Docente di Religione presso il Liceo Scientifico "Orsini" di Ascoli Piceno (1973-1978); Direttore del Centro diocesano vocazionale (1975-1985); Docente di Filosofia, Pedagogia e Psicologia presso l’Istituto Magistrale "Trebbiani" di Ascoli Piceno e successivamente presso il Liceo Pedagogico "Stabili" (1978-1997); Parroco di Cerreto di Venarotta (1980-1985); Parroco a Trisungo (1985-1998); Redattore capo del Bollettino diocesano (1991-1998); Psicologo presso il Consultorio familiare diocesano e Docente presso la Scuola diocesana di Teologia (1995-1998).

Dal 1973 al 1998 ha intensamente lavorato, in campo diocesano, nell’ambito della pastorale giovanile e della pastorale familiare.

Il 27 giugno 1998 è stato eletto alla sede vescovile di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, ricevendo l’ordinazione episcopale il 20 settembre successivo.

*

Il Santo Padre ha accolto la rinuncia presentata da S.E. Mons. Grégoire Ghabroyan, in conformità al CCEO can. 210 § 1 dall’ufficio di Visitatore Apostolico per gli Armeni residenti in Europa Occidentale.

Il Papa ha nominato S.E. Mons. Jean Teyrouz, Vescovo dell’Eparchia Sainte-Croix-de-Paris (Francia), all’ufficio di Visitatore Apostolico per gli Armeni residenti in Europa Occidentale.

S.E. Mons. Jean Teyrouz è nato ad Aleppo (Siria) il 6 maggio 1941. Entrato nell'Istituto Patriarcale di Bzommar in Libano, è stato in seguito inviato a Roma e, quale alunno del Pontificio Armeno, ha frequentato il corso istituzionale di filosofia e teologia alla Pontificia Università Gregoriana.

Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 24 dicembre 1965. Sempre in Libano ha svolto l’incarico di economo, vice rettore e rettore del seminario minore nell’Istituto di appartenenza; il servizio pastorale in diverse parrocchie; l’insegnamento e la direzione di alcune scuole; l’assistenza spirituale di associazioni giovanili, in particolare del movimento "scout".

Dal 1976 al 1979 si è specializzato in sociologia, conseguendo il "Master" all'Università di San Giuseppe a Beirut.

Eletto Vescovo titolare di Melitene degli Armeni ed Ausiliare per l'Eparchia Patriarcale di Beirut il 27 settembre 2000, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 25 marzo 2001.

Dal 2007 ha ricoperto l’ufficio di Vescovo della Curia Patriarcale di Cilicia degli Armeni.

Il 2 febbraio 2013 è stato nominato Vescovo dell’Eparchia Sainte-Croix-de-Paris degli Armeni (Francia).

Nota sull’incarico di Visitatore Apostolico per gli Armeni residenti in Europa Occidentale

Negli anni ottanta del secolo scorso, le comunità armene cattoliche in Europa bisognose di assistenza spirituale crescevano per l’emigrazione dovuta alla difficile situazione socio-politica sia nell’Armenia Sovietica sia in Libano.

Il 15 ottobre 1988, il Santo Padre Giovanni Paolo II, volendo venire incontro alle loro necessità, nominò il primo Vescovo Eparchiale di Sainte-Croix-de-Paris degli Armeni, S.E.R. Mons. Grégoire Ghabroyan, Visitatore Apostolico per i fedeli armeni cattolici nell’intero Continente europeo.

Il 16 maggio 1991, lo stesso Sommo Pontefice nominò un Visitatore Apostolico per gli Armeni Cattolici dell’Europa Centrale e Orientale. Nell’Europa Occidentale rimanevano, però, comunità di una certa consistenza in Francia, ma anche una presenza non trascurabile di fedeli armeni in Svezia, Austria e Italia. Per tali fedeli, pertanto, si nominò il Vescovo Eparchiale di Francia quale Visitatore Apostolico e S.E. Mons. Grégoire Ghabroyan fu il primo a ricoprire ambedue gli uffici, ai quali ha rinunciato in conformità al can. 210 § 1 del Codice di Diritto Canonico per le Chiese Orientali.

Il 2 febbraio 2013 Papa Benedetto XVI ha nominato S.E. Mons. Jean Teyrouz Vescovo dell’Eparchia di Sainte-Croix-de-Paris degli Armeni. Papa Francesco nomina ora il medesimo Presule all'ufficio di Visitatore Apostolico per gli Armeni dell’Europa Occidentale.

*

Il Santo Padre ha nominato Nunzio Apostolico in Gambia S.E. Mons. Mirosław Adamczyk, Arcivescovo tit. di Otricoli, Nunzio Apostolico in Liberia.