Mons. Ricardo Blázquez Pérez nuovo presidente dei vescovi spagnoli

Il presule, già presidente della CCE nel 2005-2008, è stato nominato ieri nella Plenaria dei vescovi a Madrid. Succede al card. Antonio Maria Rouco Varela

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 217 hits

Dopo la Conferenza Episcopale tedesca, cambia anche il vertice dei vescovi spagnoli. E' mons. Ricardo Blázquez Pérez, arcivescovo di Valladolid, il nuovo presidente della CCE - Conferenza episcopale spagnola per il triennio 2014-2017, nominato ieri nell’ambito della 103° Plenaria dei presuli a Madrid, in corso fino a domani.

Mons. Blázquez Pérez ha ottenuto 60 preferenze da parte dei 79 vescovi aventi diritto al voto. Succede nel nuovo incarico al card. Antonio Maria Rouco Varela, arcivescovo di Madrid, presidente per due mandati: dal 1999 al 2005 e dal 2008 ad oggi. Per Blázquez Pérez la guida della Conferenza Episcopale spagnola non è una novità: già nel triennio 2005-2008 era stato a capo dei vescovi iberici, e dal 2008 ricopriva il ruolo di vicepresidente.

Nato a Villanueva del Campillo, vicino ad Avila, nel 1942, il nuovo presidente, 72 anni, è stato ordinato sacerdote nel 1967. Ha conseguito la laurea in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma ed è stato, tra l’altro, docente e decano dell’Ateneo pontificio di Salamanca. Nel 1988, Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo ausiliare di Santiago di Compostela; successivamente, è stato vescovo di Palencia e di Bilbao, fino alla nomina ad arcivescovo di Valladolid, il 13 marzo 2010.