Moraglia: "Abbiamo un grande Papa. La Chiesa continua, al di là delle persone"

Il pensiero del Patriarca di Venezia sulle dimissioni di Benedetto XVI

Venezia, (Zenit.org) | 812 hits

“E’ una notizia che ha sorpreso tutti e che dice la grandezza di questo Papa. Se il Santo Padre ha pensato e riflettuto, di fronte al Signore, ritenendo di non avere più le forze e le energie fisiche per il buon governo della Chiesa, dobbiamo renderci conto che abbiamo un grande Papa”: è questo il primo commento di mons. Francesco Moraglia alla notizia dell’annuncio di Benedetto XVI che ha raggiunto il Patriarca, stamane, mentre era in visita ad alcuni reparti dell’Ospedale Ss. Giovanni e Paolo di Venezia, in occasione della Giornata mondiale del Malato.

“Ora preghiamo - prosegue il Patriarca - perché il Signore illumini i cardinali e li renda docili all’azione dello Spirito Santo affinché dopo questo Papa ce ne sia un altro che possa proseguire e portare a compimento la sua opera”.

“E’ una notizia - osserva ancora mons. Moraglia - che, dal punto di vista umano, sconcerta perché da secoli non siamo più abituati al fatto che un Papa dia le dimissioni, eppure non ci troviamo di fronte ad un fatto qualitativamente diverso rispetto al termine di un pontificato segnato dall’evento della morte. La Chiesa continua e ora ci sarà la successione. La Chiesa va al di là di Angelo Giuseppe Roncalli, di Giovanni Battista Montini, di Albino Luciani, di Karol Wojtyla, di Joseph Ratzinger… La Chiesa continua, al di là delle persone, e quello che continua è l’ufficio di Pietro, il vicario di Cristo”.

Il Patriarca, infine, così conclude: “Noi siamo particolarmente vicini, con l’affetto e la preghiera, al Santo Padre perché questa sua decisione dice la libertà della persona e, in un ecclesiastico, la libertà è sempre sinonimo di obbedienza a un dovere più grande”.