Muore la teologa Jutta Burggraf

Autrice di oltre 20 libri e coautrice di 70

| 1570 hits

PAMPLONA, lunedì, 8 novembre 2010 (ZENIT.org).- Jutta Burggraf (Hildesheim, 1952), docente presso la Facoltà di Teologia dell'Università di Navarra, è morta a Pamplona a causa della malattia di cui soffriva negli ultimi mesi, ha reso noto il 5 novembre questa istituzione accademica.



La teologa tedesca era laureata in Psicopedagogia presso l'Università di Colonia (1979) e in Teologia presso l'Università di Navarra (1984).

Dal suo arrivo in Navarra, nel 1996, proveniente dall'Istituto Accademico Internazionale di Kerkrade, in Olanda, aveva concentrato la sua attività di ricerca su vari campi, come l'ecumenismo, la teologia della creazione, la teologia della donna e il femminismo, pubblicando vari libri su tali temi.

“Si poteva sempre contare su Jutta per qualsiasi lavoro nella Facoltà. Trovava anche il tempo per rispondere alle varie richieste che le giungevano da molti centri spagnoli e stranieri”, ha affermato César Izquierdo, direttore del dipartimento di Teologia Dogmatica e vicedecano della Facoltà di Teologia.

“Il suo lavoro le ha fatto meritare un notevole apprezzamento accademico, ma tutto impallidiva davanti al suo modo di trattare le persone. La professoressa Burggraf trasmetteva una vicinanza e una comprensione che i suoi interlocutori percepivano immediatamente”, ha aggiunto.

Oltre ad aver scritto più di 20 libri, alcuni dei quali tradotti in varie lingue, è stata codirettrice, insieme ai professori César Izquierdo e Félix María Arocena, del “Dizionario di Teologia”. Ha inoltre collaborato a circa 70 opere collettive e pubblicato più di 70 articoli su riviste specializzate e divulgative, ha partecipato a numerosi simposi e congressi internazionali e ha impartito conferenze in una ventina di Paesi.

Era poi coeditrice della rivista tedesca “Mariologisches”, direttrice della collezione “Antropologia” della casa editrice Promesa (Costa Rica), membro del Consiglio Scientifico dell'Internationaler Mariologischer Arbeitskreis Kevelaer (Germania) e membro corrispondente della Pontificia Academia Mariana Internationalis.

Nel 1987 era stata nominata da Papa Giovanni Paolo II esperta nel Sinodo Ordinario dei Vescovi su “Vocazione e missione dei laici nella Chiesa e nel mondo”, celebrato a Roma.