Nel suo viaggio in Polonia, Benedetto XVI incontrerà alcuni ex prigionieri di Auschwitz

| 698 hits

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 12 maggio 2006 (ZENIT.org).- Durante il suo viaggio in Polonia, Papa Benedetto XVI incontrerà 32 ex prigionieri del campo di concentramento nazista d'Auschwitz-Birkenau, ha rivelato il portavoce del Museo d’Auschwitz, Jaroslaw Mensfelt.



Il Papa incontrerà in particolare due prigionieri politici giunti ad Auschwitz il 14 giugno 1940: uno di questi, membro dei Sonderkommandos (Commandi speciali), era incaricato di rimuovere i cadaveri dall’interno delle camere a gas e di bruciarli, secondo quanto affermato da Mensfelt e citato dall’agenzia “PAP”.

Durante la sua visita apostolica, il cui tema è “Siate saldi nella fede”, e che si svolgerà dal 25 al 28 maggio, il Papa visiterà alcuni dei luoghi fondamentali per la vita di Karol Wojtyla. L’itinerario prevede tappe anche a Varsavia, Czestochowa, Cracovia, Wadowice, Kalwaria Zebrzydowska.

Al termine dell’incontro, secondo quanto rivelato nel programma del viaggio papale, il Pontefice terrà un discorso ad Auschwitz e sosterà in preghiera per le vittime di questo campo di sterminio, di cui è stato commemorato il 60º anniversario della liberazione ad opera dell’esercito sovietico il 27 gennaio del 2005.

Dal 1940 al 1945, uomini, donne e bambini, principalmente Ebrei, ma anche appartenenti ai popoli slavi o alla popolazione Rom, oltre agli handicappati e agli omosessuali, furono prelevati dai diversi Paesi europei occupati dalla Germania nazista e inviati nel campo d'Auschwitz-Birkenau, dove trovarono la morte all’interno delle camere a gas o nei forni crematori. Si calcola che ci siano state all’incirca un milione e mezzo di vittime.