"No a eutanasia. Laici e credenti per garantire 4 diritti"

Prof. Leonardo Palombi, della Comunità di Sant'Egidio

Roma, (Zenit.org) | 306 hits

“Diritto a non soffrire, diritto a non essere abbandonati, diritto a stare a casa propria e diritto alla vera dignità”: sono questi i quattro diritti che possono essere terreno comune tra laici e credenti per difendere la vita. Lo ha detto Leonardo Palombi, della Comunità di Sant’Egidio, intervenendo nel Panel Il valore della vita fragile organizzato all’interno dell’incontro interreligioso “Il coraggio della speranza”.

Palombi ha continuato: “Una certa cultura del rifiuto trae la propria forza dall’idea che gli anziani – è più in generale coloro che sono afflitti da condizioni croniche invalidanti – siano uno scarto improduttivo se non un peso sulle spalle dei più. Non ci si rende conto che quello è il nostro volto, il nostro destino”. Palombi ha poi concluso: “Non si può abolire la debolezza o la malattia con una eutanasia più o meno esplicita, così come avviene già oggi in Europa ed in Italia. O con quella che papa Francesco chiama eutanasia nascosta”.

* Il prof. Leonardo Palombi, della Comunità di Sant’Egidio è medico, ordinario di epidemiologia presso l’università Tor Vergata in Roma, e direttore scientifico del programma DREAM (Drug Resource Enhancement against AIDS and Malnutrition).

Per ulteriori informazioni sull’Incontro, materiali, testi, foto, video: www.santegidio.org