Nominati nuovi consultori del Pontificio Consiglio per la Cultura

Tra questi due italiani: Edio Costantini, direttore del Centro Studi "Luigi Gedda" del CSI, e Ivano Dionigi, rettore dell'Università di Bologna e presidente della Pontificia Accademia Latinitatis

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 451 hits

La Sala Stampa della Santa Sede ha reso note oggi le nomine di Papa Francesco dei nuovi Consultori del Pontificio Consiglio della Cultura. Si tratta dei Reverendi Padri: Paul Béré, S.I., professore di Sacra Scrittura presso l'Istituto Teologico della Compagnia di Gesù in Abidjan (Costa d'Avorio); Pablo D'Ors, C.M.F., direttore del Laboratorio di Scrittura Teatrale dell'Università di Madrid (Spagna); Kevin Fitzgerald, S.I., docente di Bioetica presso l'Università di Georgetown (Stati Uniti d'America); il reverendo Fernando Ortega, decano della Facoltà di Teologia presso la Pontificia Università Cattolica di Buenos Aires (Argentina).

Nominati anche il prof. Edward Alam (Stati Uniti d'America), docente di Filosofia e Teologia presso la Notre Dame University in Louaïze (Libano); Ralf van Buhren (Rep. Federale di Germania), docente di Arte cristiana e Architettura sacra presso la Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce in Roma; Glenn Chatelier, direttore dell'Ufficio per gli Affari Internazionali presso la Assumption University in Bangkok (Thailandia).

Ancora: i due italiani Edio Costantini, direttore del Centro Studi Nazionale "Luigi Gedda" del Centro Sportivo Italiano ‑ CSI (Italia) e il prof. Ivano Dionigi, magnifico Rettore dell'Università di Bologna e presidente della Pontificia Accademia Latinitatis (Italia).

Poi: Joachim Hake, dsirettore della Katholische Akademie di Berlino (Rep. Federale di Germania); Choe Hyondok (Corea), coordinatrice della Cátedra de Estudios de Corea y del Este Asiático presso l'Università del Costa Rica; Marguerite Léna, docente di Filosofia presso il Collège des Bernardins di Parigi (Francia); Piotr Pasterczyk, docente di Storia della Cultura presso l'Università Cattolica di Lublino (Polonia).