Nuove nomine di Benedetto XVI

Tra di loro c'è anche il nuovo arcivescovo di Ravenna-Cervia

| 1135 hits

CITTA' DEL VATICANO, sabato, 17 novembre 2012 (ZENIT.org).- Il Papa ha accettato oggi la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana di Ravenna-Cervia, presentata da monsignor Giuseppe Verucchi, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Al suo posto, il Santo Padre ha nominato nuovo arcivescovo dell’arcidiocesi metropolitana di Ravenna-Cervia monsignor Lorenzo Ghizzoni, trasferendolo dalla sede titolare di Ottana e dall’incarico di vescovo ausiliare di Reggio Emilia-Guastalla.

Il nuovo arcivescovo è nato a Cognento, nella diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e nel Comune di Campagnola (RE), nel 1955. Entrato in seminario da ragazzo, ha frequentato gli studi classici al liceo pubblico cittadino. Dopo l’esame di maturità ha studiato Teologia presso lo Studio Teologico Interdiocesano, dove ha conseguito il Baccellierato.

Ordinato sacerdote nel settembre 1979 ed incardinato nella diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, monsignor Ghizzoni ha frequentato dal 1979 al 1984 la Pontificia Università Gregoriana, dove ha conseguito sia la Licenza in Diritto canonico che in Psicologia. È iscritto all’Albo degli Psicologi dell’Emilia-Romagna.

Ha svolto vari incarichi, fra cui quello di Docente di Diritto canonico nel Seminario diocesano di Reggio Emilia e di Psicologia nell’Istituto di Scienze Religiose. E’ stato inoltre vice cancelliere della Curia diocesana; direttore del Servizio diocesano Vocazioni; vice direttore del Centro Nazionale Vocazioni e stato Rettore del Seminario vescovile di Reggio Emilia.

Dal 1987 è perito psicologo e difensore del vincolo per le questioni matrimoniali e nelle cause matrimoniali del Tribunale.

Nel febbraio 2006 è stato nominato vescovo titolare di Ottana e ausiliare di Reggio Emilia-Guastalla. Ha ricevuto la consacrazione episcopale il 29 aprile 2006. Durante il suo servizio di ausiliare è stato al tempo stesso vicario generale della medesima diocesi.

Ha pubblicato molti articoli su varie riviste e contributi in opere di autori vari, soprattutto di argomento vocazionale e psicologico.

Sempre oggi, il Pontefice ha nominato vescovo ausiliare di Białystok, in Polonia, monsignor Henryk Ciereszko, del clero della medesima arcidiocesi, finora docente nel Seminario Maggiore e padre spirituale diocesano, assegnandogli la sede titolare di Dices.

Nato nel settembre 1955 a Hermanówka, è stato ammesso al Seminario maggiore nel 1975.

Ordinato sacerdote nel giugno 1981 per l’arcidiocesi di Białystok, è diventato vicario parrocchiale a Mońki. Negli anni 1983-1988 ha studiato presso l’Università Cattolica di Lublino, ottenendo il dottorato in Teologia fondamentale.

Dopo gli studi, è stato per due anni vicario parrocchiale di San Rocco a Białystok. Dal 1990 al 1995 è stato prefetto di disciplina presso il Seminario maggiore a Białystok e poi per tre anni padre spirituale nello stesso Seminario. Negli anni 1998-2008 è stato vice postulatore nel processo del beato Michał Sopoćko. Dal 2001 al 2008 padre spirituale nel Seminario maggiore di Białystok.

Attualmente è docente presso il Seminario maggiore, padre spirituale del clero dell’arcidiocesi, promotore di giustizia presso il Tribunale metropolitano, membro del Consiglio presbiterale e istruttore nelle questioni riguardanti le richieste di riduzione allo stato laicale.

Infine, Benedetto XVI ha nominato nunzio apostolico in Bosnia-Erzegovina e in Montenegro monsignor Luigi Pezzuto, arcivescovo titolare di Torre di Proconsolare, finora nunzio apostolico in El Salvador e in Belize.