Papa e Presidente di Timor Est su educazione e povertà

Benedetto XVI riceve José Javier Ramos-Horta

| 1236 hits

CITTA' DEL VATICANO, lunedì, 21 gennaio 2008 (ZENIT.org).- La collaborazione tra Chiesa e Stato nell'educazione e nella lotta contro la povertà è stata al centro dell'udienza che Benedetto XVI ha concesso questo lunedì a José Javier Ramos-Horta, Presidente della Repubblica Democratica di Timor Est e Premio Nobel per la Pace 1996.

Il Capo di Stato ha poi incontrato il Segretario di Stato, il Cardinale Tarcisio Bertone, accompagnato dal Segretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Dominique Mamberti.

“Nei colloqui sono stati evocati i cordiali rapporti tra la Santa Sede e la Repubblica Democratica di Timor Est, nonché la cooperazione esistente fra la Chiesa cattolica e lo Stato nei settori dell’educazione, della sanità e della lotta alla povertà”, spiega un comunicato della Sala Stampa Vaticana.

“Ci si è soffermati inoltre sulla situazione politica e sociale del Paese – aggiunge il testo – e, in particolare, sul processo di riconciliazione nazionale e sull’appoggio da parte della Comunità internazionale al consolidamento delle istituzioni democratiche”.

L'indipendenza di Timor Est, ex colonia portoghese occupata dall'Indonesia, ha ottenuto il riconoscimento internazionale nel maggio 2002. Si tratta di uno dei Paesi più poveri dell'Asia, ed è, dopo le Filippine, la seconda Nazione asiatica con una popolazione a maggioranza cattolica (90%). Gli abitanti sono circa un milione.