Papa Francesco in Terra Santa: il sito ufficiale

Il portale, in sette lingue, riporta le informazioni sul viaggio di Bergoglio e dei suoi predecessori e sulle Chiese locali che stanno organizzando la visita insieme alla Santa Sede

Roma, (Zenit.org) Redazione | 395 hits

E' stato lanciato ieri il sito ufficiale del viaggio apostolico di Papa Francesco in Terra Santa. http://popefrancisholyland2014.lpj.org è l'indirizzo del portale che racconterà la visita del Pontefice in Giordania, Israele e Palestina prevista dal 24 al 26 maggio prossimo. 

Secondo quanto riferisce il Franciscan media center, il centro televisivo e multimediale della Custodia di Terra Santa, il sito, promosso dall’Assemblea degli Ordinari cattolici di Terra Santa, è in sette lingue (arabo, ebraico, italiano, inglese, spagnolo, portoghese e francese). In apertura della pagina, la fotografia dello storico incontro tra il patriarca Atenagora e papa Paolo VI nel 1964, a Gerusalemme, seguita dall'immagine di Bartolomeo I con Papa Francesco, durante la visita del 2013 a Roma.

All'interno del sito - informa l'agenzia Sir - sono presenti diverse sezioni che danno informazioni sui motivi del viaggio, sui cristiani di Terra Santa, sui 50 anni dalla visita di Paolo VI a Gerusalemme. Inoltre non mancano informazioni sui Papi in Terra Santa, sull’ecumenismo e sulle Chiese locali che hanno istituito diverse Commissioni che sono al lavoro per organizzare, di concerto con la Santa Sede, ogni dettaglio del viaggio papale che avrà nell’incontro al Santo Sepolcro, tra Papa Francesco e Bartolomeo I, uno dei suoi momenti principali.

Il Sir comunica poi le dichiarazioni di padre Stéphane Milovich, membro della Commissione liturgica, il quale ha riferito che, a Betlemme, Papa Francesco dovrebbe celebrare “la messa del giorno di Natale” con tutte le chiese e i riti presenti. Particolarmente impegnativo il lavoro della Commissione per le comunicazioni sociali. Preparare le infrastrutture necessarie ad accogliere i giornalisti accreditati è uno dei compiti principali, spiega il responsabile della Commissione, il gesuita David Neuhaus, che rivela che particolare attenzione verrà riservata “alla preparazione per i giornalisti non credenti affinché possano comprendere ciò che avviene durante la visita del Papa”. A tale riguardo si sta pensando ad un sito con contenuti informativi appositamente dedicati.