Papa Francesco preoccupato per la disoccupazione giovanile

La tematica è emersa durante la conversazione del Pontefice con i giornalisti sul volo Roma-Rio de Janeiro

Roma, (Zenit.org) Luca Marcolivio | 352 hits

In questi giorni i giovani sono al centro dei pensieri di papa Francesco, in considerazione della Giornata Mondiale della Gioventù imminente. Il Santo Padre lo ha dimostrato anche durante la conversazione intrattenuta con i giornalisti durante il volo Roma-Rio de Janeiro.

Il Pontefice si è soffermato in modo particolare sulle problematiche della disoccupazione giovanile. “La crisi mondiale non ha generato nulla di buono per i giovani”, ha detto il Papa, aggiungendo di aver preso in esame la scorsa settimana, “le percentuali di giovani senza lavoro”.

C’è davvero il rischio, ha commentato Francesco, di ritrovarci con una generazione “che non ha mai avuto lavoro”: un fatto assai grave, tenuto conto che “dal lavoro proviene la dignità della persona, ovvero la possibilità di guadagnarsi il pane”.

Il Santo Padre ha anche detto di voler incontrare, nei prossimi giorni, dei giovani “non isolati ma calati nella realtà del tessuto sociale”. Quando i giovani si ritrovano isolati, infatti, “facciamo loro un’ingiustizia perché togliamo loro l’appartenenza”.

I giovani, infatti, “appartengono a una famiglia, a una patria, a una cultura e a una fede, e questa appartenenza va mantenuta”, ha proseguito papa Francesco. Essi sono “il futuro di un popolo”, avendo la “forza” e la “gioventù” per andare avanti.

“All’altro estremo della vita ci sono gli anziani”, la cui forza è invece “la saggezza della vita”: essi rappresentano “la storia della famiglia e della patria” e, proprio per questo, lasciarli al loro destino è “un’ingiustizia”, ha commentato il Pontefice. Sia gli anziani che i giovani, dunque, sono vittime della “cultura dello scarto” alla quale “disgraziatamente questa società è abituata”, ha detto il Santo Padre.

“Vi ringrazio e vi chiedo di aiutarmi”, ha detto papa Francesco al termine della conversazione con i 71 giornalisti presenti sul volo, che hanno omaggiato il Pontefice, con un’immagine della Madonna di Guadalupe, patrona delle Americhe.