Papa Francesco visiterà Lampedusa

Il prossimo 8 luglio, il Santo Padre renderà omaggio ai migranti e ai profughi che hanno perso la vita in mare

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Jill Carnà | 310 hits

Il Santo Padre si recherà in visita a Lampedusa lunedì 8 luglio. Lo riferisce un comunicato della Sala Stampa Vaticana.

“Papa Francesco – si legge nella nota - profondamente toccato dal recente naufragio di un’imbarcazione che trasportava migranti provenienti dall’Africa, ultimo di una serie di analoghe tragedie, intende pregare per coloro che hanno perso la vita in mare, visitare i superstiti e i profughi presenti, incoraggiare gli abitanti dell’isola e fare appello alla responsabilità di tutti affinché ci si prenda cura di questi fratelli e sorelle in estremo bisogno”.

Il direttore della Sala Stampa Vaticana, padre Federico Lombardi, ha sottolineato che, “a motivo delle particolari circostanze”, la visita si realizzerà “nella forma più discreta possibile”, anche riguardo alla presenza dei Vescovi della regione e delle autorità civili.

Il Vescovo di Roma partirà per l’isola di Lampedusa lunedì prossimo, alle ore 8, dall’aeroporto militare di Ciampino. Lì sarà accolto da S.E. Mons. Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento, e da Giuseppina Nicolini, Sindaco di Lampedusa.

A Cala Pisana, dove giungerà in automobile, il Papa si imbarcherà per raggiungere via mare il Porto di Lampedusa. Accompagnato dai pescatori nelle loro barche, a largo dell’isola, il Papa lancerà una corona di fiori in ricordo di quanti hanno perso la vita in mare.

Quando l’imbarcazione entrerà nel Porto a Punto Favarolo, il Papa saluterà alcuni gruppi di immigrati. Alle ore 10, il Santo Padre presiederà la Santa Messa, concelebrata assieme all’Arcivescovo di Agrigento. Di seguito, alle 11.30, farà una sosta di un’ora presso la Parrocchia di San Gerlando. Verso le 12.30, il Pontefice lascerà la parrocchia, per trasferirsi in aeroporto di Lampedusa. Alle ore 12.45, il volo per lo scalo di Ciampino, dove atterrerà intorno alle 13.45, per poi rientrare in Vaticano.

Si tratterà di una visita personale e di alto contenuto emotivo. Il Santo Padre visiterà l’isola per commemorare i tanti immigrati e profughi che perdono la vita in mare, durante le traversate verso l’Italia. Il seguito del Papa sarà poco numeroso e, al di fuori del vescovo e del sindaco, non vi saranno altre autorità ad accoglierlo in via ufficiale.